Vivere con malattie croniche / Trovare un lavoro che funzioni per te

Negli Stati Uniti, non puoi guardare la TV o sfogliare una rivista senza vedere una pubblicità farmaceutica che affronta malattie come depressione, diabete, fibromialgia e malattie cardiache. L’ubiquità di tali annunci evidenzia il crescente problema delle malattie croniche, che sono in aumento in tutto il mondo.

Si stima che 133 milioni di americani vivano con “malattie croniche incurabili e in corso” e 100 milioni di americani vivono con dolore cronico. Queste condizioni possono influenzare i bisogni e l’energia di una persona-e, quindi, dove e come funzionano. Detto questo, i limiti di salute non devono trattenerti dall’avere una carriera di impatto sociale significativa.

Continua a leggere per saperne di più su come tu o qualcuno che conosci puoi trovare un lavoro appagante mentre vivi con una malattia cronica.

Lavorare con malattie croniche

La malattia cronica può essere imprevedibile. Sintomi, farmaci, effetti collaterali e appuntamenti medici influenzano i livelli di energia, rendendo la produttività quotidiana un miscuglio. Poiché la moderna cultura del lavoro può dare un alto valore alla massima produttività, lavorare con una malattia cronica può lasciarti di fronte a una scelta impossibile: la tua carriera o la tua salute.

Questa scelta si sente ancora più terribile se si dispone di una “malattia invisibile”, o uno che non è evidente a prima vista, come una malattia autoimmune o dolore cronico. Perché c’è una mancanza di consapevolezza generale o la comprensione di ciò che le condizioni croniche assomigliano, si potrebbe scoprire che il vostro manager o colleghi dubitano della gravità del vostro stato di salute. Questo può richiedere un pedaggio aggiuntivo come si sovracompensare per provare voi stessi e mantenere i vostri benefici.

Il lavoro giusto per te

Se ti sei mai trovato a chiederti se puoi avere una carriera significativa con la tua malattia cronica, la risposta è sì—devi solo trovare il lavoro giusto.

La chiave è prendere in considerazione le tue considerazioni uniche in modo da trovare e garantire un ruolo di impatto sociale che funzioni con le tue esigenze e limitazioni e capitalizzi i tuoi punti di forza.

Ecco come:

  1. Fai un elenco delle tue esigenze quotidiane e degli impegni relativi alla salute. Quante volte al giorno devi prendere i tuoi farmaci e integratori? Avete bisogno di avere i vostri pasti o spuntini in momenti specifici per smorzare gli effetti collaterali? Quanto spesso hai bisogno di riposare? Quanto spesso devi visitare un operatore sanitario? Metti tutto per iscritto in modo da poter valutare ciò di cui hai bisogno per supportare al meglio la tua salute.
  2. Sii onesto sui tuoi limiti. I tuoi limiti includono attività che richiedono più energia o concentrazione di quanto tu sia in grado di impegnarti costantemente, tanto quanto include abilità che non sono il tuo forte. Scrivilo e tienilo a mente mentre esplori le opportunità.
  3. Opzioni di lavoro di ricerca. Vivere con malattie croniche richiede un certo livello di flessibilità. A seconda del vostro stato di salute, si consiglia la possibilità di lavorare in remoto alcuni o tutto il tempo, e di avere un maggiore controllo sul vostro programma. I lavori che possono consentire tale flessibilità includono: assistente amministrativo, editor, graphic designer, correttore di bozze, ingegnere del software o programmatore, trascrittore, e scrittore.
  4. Concentrati sui tuoi punti di forza. In cosa sei bravo? Cosa ti piace fare? Scrivilo e confrontalo con la ricerca che hai fatto. Elimina tutti i lavori che non supportano le tue esigenze e limitazioni.
  5. Aggiorna il tuo curriculum e il tuo profilo LinkedIn. Quando sei pronto per iniziare a fare domanda per i lavori, è il momento di aggiornare il tuo curriculum e LinkedIn. Essere sicuri di concentrarsi non solo sull’esperienza rilevante per il lavoro che si sta applicando per, ma anche, se possibile, sulla vostra capacità di essere un dipendente produttivo, affidabile durante accordi di lavoro flessibili passati o presenti. Se si dispone di periodi prolungati di disoccupazione a causa del vostro stato di salute che si desidera affrontare, reclutatori consiglia di farlo con qualcosa di simile, ” Congedo personale di assenza:. Discuterà di persona.”
  6. Conosci i tuoi diritti. Come si ricerca le opzioni e presentare domande di lavoro, ti consigliamo di assicurarsi di conoscere i vostri diritti. Ci sono leggi federali, come l’Americans With Disabilities Act, che proibiscono la discriminazione sulla base della disabilità, ma potrebbe anche esserci una legislazione specifica dello stato che detta la legge sulla discriminazione locale.
  7. Costruisci il tuo sistema di supporto. Mentre cerchi il lavoro giusto per te, assicurati di avere un cerchio di fiducia per incoraggiarti e offrire consigli, se necessario, nel tuo viaggio. Non aver paura di rivolgerti alla tua gente durante gli alti e bassi della tua ricerca.

La tua salute viene sempre prima

Una volta che decidi di essere pronto a rientrare nella forza lavoro o cambiare lavoro, non puoi controllare quanto tempo ci vorrà per trovare il ruolo giusto per te, ma puoi controllare quanto bene ti prendi cura di te stesso durante il processo. Tieni il passo con quella lista che hai fatto delle tue esigenze quotidiane e degli impegni relativi alla salute, e presta attenzione a qualsiasi cambiamento. Fidati del tuo istinto quando si tratta di nuove opportunità di lavoro e di quanto comodamente sarai in grado di impegnarti.

E infine, un promemoria: non sei la tua malattia cronica. Vivi con esso, ma questo non deve trattenerti dal lavorare anche con esso.

Ti è piaciuto questo post? C’è molto di più da dove viene questo! Iscriviti qui per gli aggiornamenti