Tutankhamon pene era completamente ERETTO quando veniva mummificato così avrebbe l’aspetto di un dio nell’aldilà

La più famosa mummia di Tutankhamon, fu sepolto con il suo pene in piedi a un angolo di 90 gradi, è stato affermato.

Un esperto in Egittologia ritiene che l’erezione eterna sia stata fatta per rendere il re Tut simile a Osiride, il dio dell’aldilà.

Perché? Chiedi.

Secondo l’egittologo Salima Ikram, professore all’Università Americana del Cairo, fu per contrastare gli sforzi di suo padre, il re Akjenaten, di stabilire una religione di un solo dio.

Questo è ciò che Tutankhamon, sembrava come quando la mamma le bende erano distesi(Immagine: Getty)

La maschera del Re Tutankhamon(Immagine: Getty)

khenaten voluto mettere a fuoco il culto di Aton, il disco solare, e distrutto le immagini di altri dèi.

Re Tut aveva, tuttavia, lavorato per invertire l’ideologia di suo padre e riportare l’Egitto al culto tradizionale di molti dei.

Il professor Ikram crede di essere stato sepolto con la sua virilità eretta in un po ‘ per continuare il suo sforzo anche nella morte.

Crede che il pene eretto si sia rotto dopo la scoperta della tomba, nonostante la speculazione che sia stata rubata.

Tutankhamon: La Verità Scoperte
Una rappresentazione digitale di ciò che Tutankhamon potrebbe avere sembrava

Salima Ikram è professore di Egittologia presso L'Università Americana del Cairo
Salima Ikram è professore di Egittologia presso L’Università Americana del Cairo

il Professor Ikram ha detto LiveScience: “per Quanto ne so, nessun altro mummia è stata trovata finora con un pene eretto.”

Un’altra misteriosa anomalia è l’assenza del cuore del faraone e la mancanza di uno scarabeo cardiaco per servire come sostituto.

Il prof Ikram ha aggiunto che la ragione per cui il cuore di Tutankhamon mancava potrebbe anche essere un’allusione a Osiride, il cui corpo sarebbe stato fatto a pezzi da suo fratello Seth.

Enigma e voci hanno circondato la scomparsa del cosiddetto re ragazzo dalla sua morte nel 1323 a.C., quando aveva solo 19 anni.

Sono passati oltre 90 anni da quando l’archeologo Howard Carter sollevò il sarcofago in una remota camera sepolcrale egiziana e rivelò la mummia di Tutankhamon.

Maledizione del Re Tutankhamon tomba
l’Archeologo Howard Carter, l’esame di terza mummia a forma di sarcofago, 1922, annata fotografia(Immagine: Getty)

Il sarcofago del Re Tutankhamon, rimane un vuoto nella sua camera di sepoltura dopo la mummia è stato collocato in un’urna di vetro (Immagine: Getty)

La scoperta della tomba stessa, nel 1922, fece scalpore e il 3.300 anni, mummificati, affascinato una incuriosito nazione.

Da quando la mummia è stata aperta ci sono stati omicidi, un avvelenamento, un suicidio, animali morti e persino una zanzara assassina che ha visto il proprietario di Downton Abbey.

Ma gli scettici hanno sottolineato che molti altri che hanno visitato la tomba o hanno contribuito a scoprirla hanno vissuto una vita lunga e sana e che delle 58 persone che erano presenti quando la tomba e il sarcofago sono stati aperti, solo otto sono morti.

Partecipa al nostro sondaggio

Vai al nostro sito web