THE LATEST

Houston è ancora una volta ben rappresentata tra i semifinalisti di quest’anno per i James Beard Awards. I prestigiosi premi culinari, considerati gli Oscar del mondo del cibo, vengono assegnati ogni anno a chef, baristi, ristoratori, autori e altro in un’ampia varietà di categorie.

In tutto, Houston ha ricevuto 14 nomination il 26 febbraio. Questo è rispetto allo scorso anno, quando la città ha guadagnato 11 nomination semifinaliste.

Nel miglior Chef: In Texas, i candidati locali includono: Dawn Burrell (Kulture), Manabu Horiuchi (Kata Robata), Anita Jaisinghani (Pondicheri), Trong Nguyen (Aragosta & Tagliatelle) e Jason Vaughn (Nancy Hustle). Sia Burrell che Vaughn sono semifinalisti per la prima volta.

Altri stabilimenti di Houston hanno ottenuto nomination nelle seguenti categorie. Sia Squable, il ristorante ossessionato dal pane in The Heights, che The Blind Goat, il ristorante del vincitore di Masterchef Christine Ha in Bravery Chef Hall, sono nominati come miglior nuovo ristorante in America. Anvil Bar & Rifugio è stato ancora una volta nominato per il programma eccezionale Bar.

Parlando di Squable, uno dei suoi proprietari, il vincitore del James Beard Award Justin Yu, è candidato come Chef eccezionale per il suo lavoro presso Theodore Rex. Allo stesso modo, Theodore Rex chef de cuisine Kaitlin Steets è un candidato per Rising Star Chef.

Hugo’s è stato ancora una volta nominato per eccezionale ospitalità, e il suo proprietario, Tracy Vaught, è stato ancora una volta nominato per Eccezionale Ristoratore. L’originale Ninfa’s on Navigation ripete la sua nomination per il ristorante eccezionale. Rosie Cannonball è stato nominato per Outstanding Wine Program.

La grande città nominati i Migliori Chef: Texas categoria Austin chef Kevin Fink (Farro & Segale), Michael Fojtasek (Olamaie), e Iliana de la Vega (El Naranjo); San Antonio chef Steve McHugh (Curato), Alex Paredes (carnitas carne Lonja), e Esaul Ramos (2M Smokehouse); e Dallas chef Misti Norris (Petra e la Bestia); Regino Rojas (Revolver Taco Lounge), Teiichi Sakurai (Tei-An), e Donny Sirisavath (Khao Noodle Shop).

I candidati rimanenti sono Alexandra Gates (Cochineal a Marfa), Molly McCook (Ellerbe Fine Foods a Fort Worth), Aldo Mora (Cafe Central a El Paso), pitmaster “Tootsie” Tomanetz (Snow’s BBQ a Lexington) e Laurie Williamson (Rancho Loma a Talpa).

Nel complesso, i bar e i ristoranti del Texas hanno ottenuto nomination in una serie di categorie nazionali, tra cui una nomination come Miglior nuovo ristorante per Salaryman a Dallas; Las Almas Rotas di Dallas per Outstanding Bar Program; Maggie Huff (Homewood a Dallas) e Ricardo “Ricchi” Sanchez (Barre a Dallas) per l’Eccellente Pasticcere; Clyde a effetto Serra (Kessler Cottura Studio a Dallas) e David Norman (Easy Tiger in Austin), per il suo Eccezionale Baker; Larry McGuire di Austin McGuire Moorman, Ospitalità Eccezionale Ristoratore; Kim McPherson (McPherson Cantine a Lubbock) e Jeffrey e Michael Ripieni (Jester King Birrificio Austin) per l’Eccellente Vino, Birra o Liquori Produttori; e Bria Downey (Clay Pigeon Food & Bere a Fort Worth) per Rising Star Chef dell’Anno.

Lo stato ha già un vincitore Beard Award. La scorsa settimana, la Fondazione ha riconosciuto Backyard Bar-B-Que di Vera a Brownsville come uno dei sei ” Classici americani.”La categoria riconosce gli stabilimenti, tipicamente a conduzione familiare, che sono “amati per il loro cibo di qualità, il carattere locale e il fascino duraturo.”I precedenti vincitori del Texas includono Louie Mueller Barbecue (Taylor), l’originale Sonny Bryan (Dallas) e Irma (Houston).

Quest’anno sarà la prima volta sotto le nuove regole della James Beard Foundation che ha aumentato i suoi premi chef da 10 regioni a 12. Questi cambiamenti includevano rendere il Texas la propria regione per i premi best chef; in precedenza, lo Stato Lone Star era stato incluso nel sud-ovest con Arizona, Colorado, New Mexico, Oklahoma e Utah.

Questi cambiamenti assicurano che almeno uno chef texano vinca un James Beard Award ogni anno. L’anno scorso, nessuno del Texas ha vinto un premio. Dal 2010, sei chef texani hanno vinto la categoria Southwest, divisa equamente tra Houston e Austin.

La fondazione ha apportato altri cambiamenti negli ultimi anni. In 2018, ha chiesto agli elettori di considerare il comportamento e l’integrità all’interno e all’esterno della cucina, una risposta all’era #MeToo che ha esposto il comportamento di chef come Mario Batali. L ” anno scorso, la fondazione ha cercato di ampliare genere, razza, e la rappresentanza etnica diversificando le persone che scelgono i candidati.

I semifinalisti sono selezionati dal comitato restaurant and chef Awards della Fondazione, composto da scrittori di cibo provenienti da tutto il paese, tra cui il critico del Los Angeles Times Bill Addison, l’editor di cibo Bloomberg Kate Krader e il critico del ristorante Houston Chronicle Allison Cook. I finalisti per ogni categoria saranno annunciati a Philadelphia il 25 marzo.

La Fondazione annuncerà i suoi vincitori del media award a New York il 24 aprile. I premi per chef e ristoranti saranno presentati a Chicago il 4 maggio.