Morrell, Ottoline (1873-1938)

Mecenate inglese delle arti, salonnière, attivista contro la guerra, e memoirist. Variazioni di nome: Lady Ottoline Morrell. Nato Ottoline Violet Anne Cavendish-Bentinck, 16 giugno 1873, a Londra, in Inghilterra, morto il 21 aprile 1938, a Londra; unica figlia e il figlio più giovane di Lt. Generale Arthur Bentinck e Augusta Maria Elisabetta (Browne) Bentinck (poi Baronessa Bolsover); frequentato la St. Andrews University, in Scozia, 1897; frequenta Somerville College di Oxford, 1899; sposato Filippo Morrell, l ‘ 8 febbraio 1902, in Londra (morto nel 1943); bambini: (gemelli) la figlia Julian Morrell e il figlio Hugh (nato il 18 maggio 1906, Hugh morì tre giorni dopo).

Successo una campagna per conto del marito Filippo Morrell per il Parlamento (1907); tenuto salone di Bedford Square, Londra (1908-15); inizia la relazione con John Augustus (1908); inizia la relazione con Henry Lamb (1909); incontrato Lytton Strachey (1909); inizia la relazione con Bertrand Russell (1911); comprato Garsington Manor (1913); soddisfatti D. H. e Frieda Lawrence (1914); tenuto salone di Gower Street, Londra (1928-38); ha viaggiato in India (1935).

“C’era una grande signora a Bedford Square che riusciva a rendere la vita un po’ divertente & interessante & avventurosa, così pensavo quando ero giovane & indossava un abito blu & Ottoline era come un galeone spagnolo, appeso con monete d’oro & belle vele di seta.”Virginia Woolf’ s descrizione della sua amica è accurata ma incompleta. Lady Ottoline Morrell era davvero una signora, un aristocratico inglese intitolato che ha respinto il suo illustre lignaggio per diventare un mecenate di talenti letterari e artistici in erba del 20 ° secolo. Era eccentrica, sgargiante, possessiva, generosa e anticonvenzionale, una figura alta e imponente vestita con costumi sgargianti, piuttosto arruffati e ornati che attiravano sguardi curiosi anche per le strade di Londra. “Aveva un cuore d’oro e uno yen per gli uomini”, osservò un altro amico.

Un discendente di due vecchie e eminenti famiglie nobili, i Cavendish e i Bentinck, il padre di Ottoline era in linea per diventare duca di Portland, per ereditare vaste proprietà in Inghilterra e Scozia, così come il maniero di famiglia di Welbeck. Tuttavia, morì inaspettatamente nel 1877, quando Ottoline aveva quattro anni, e il suo fratellastro Arthur assunse il titolo. Ottoline visse a Welbeck con sua madre e tre fratelli maggiori, Henry, William e Charles, fino a quando il duca si sposò nel 1889. In gran parte ignorato dai suoi fratelli notevolmente più grandi, Morrell ha ricordato che non ha mai sentito “gay. Welbeck, come ricordava, era “un luogo denudato di romanticismo love amore umano e compagnia”, dove “l’aria, sono sicuro, era sempre fredda e oscura e malinconica.”D’altra parte, Welbeck ha ospitato una serie abbagliante di alta società, tra cui il principe di Galles (in seguito re Edoardo VII). Nonostante i vantaggi della ricchezza e dello status sociale, Ottoline era un bambino solitario. Le sue cameriere l’hanno vestita e curata, e le governanti l’hanno educata. Ma i suoi primi anni di vita non erano limitati a Welbeck; a Londra, Ottoline e sua madre frequentavano il teatro, l’opera e le gallerie d’arte. L’esposizione alla cultura e lezioni di danza settimanali sono stati progettati per preparare Ottoline per il matrimonio in una famiglia aristocratica di pari rango. Ma” l’assoluta vaporosità della vita di una signora di classe superiore ” che Morrell ha assistito a Welbeck ha influenzato le sue decisioni future.

Dopo il matrimonio del duca, Ottoline e sua madre (Baronessa Bolsover ) si trasferirono a St. Anne’s Hill, Chertsey, e mantennero una casa a Grosvenor Place a Londra. La baronessa era in cattive condizioni di salute, e per diversi anni Morrell la allattò mentre gestiva le loro famiglie e viaggiava in varie stazioni termali e cliniche del continente. All’età di 19 anni, Ottoline ha avuto il suo “coming out” come debuttante, partecipando a feste, balli e tè, dove, ha detto, “si sentiva totalmente fuori luogo.”Alta quasi un metro e mezzo, timida e ritirata, trovò rifugio nella religione; respinse l’artificialità della società che Welbeck rappresentava, una vita “non solo vuota, ma malvagia.”Nell’inverno del 1892, quando lei e sua madre erano a Firenze, Ottoline contrasse la febbre tifoide e convalescente nella villa di sua zia, la signora. Scott, che aveva tre figlie (una di loro , Nina Cavendish-Bentinck , sarebbe stata la madre di Sua Maestà Elizabeth Bowes-Lyon, moglie di re Giorgio VI). Durante il viaggio di ritorno, si fermarono a Parigi, e la baronessa comprò vestiti alla moda per Ottoline e una collana di perle appartenuta a Maria Antonietta .

Non molto tempo dopo il ritorno a Londra, sua madre morì e Ottoline andò a vivere con suo fratello Lord Henry e la cognata Lady Henry Bentinck . Ancora una volta divenne parte dell’alta società, una società che, Morrell si rammaricò, “non ammetteva di pensiero o individualità, o addirittura di libertà o di coltivare idee delicate.”Non si adattava a questo mondo di sontuose ed eleganti feste in casa, di feste di tiro nella tenuta di Portland in Scozia. E la famiglia disapprovava grave mien di Morrell, la sua ” faccia lunga.”Ha cercato di compiacere, ma a modo suo; ammirava la filantropia e le buone opere della sua famiglia, e tentò di emularle dando lezioni bibliche ai braccianti e ai fanti e facendo beneficenza tra i contadini di Welbeck. Senza amici, ritirato, e infelice, Morrell è stato scioccato un giorno per rendersi conto, come ha raccontato nelle sue memorie, “A loro non piaccio. La mia presenza in mezzo a loro non è gradita a loro.”

Morrell trovava ancora un certo conforto nella religione, ma non poteva compensare l’alienazione che sentiva tra la sua stessa classe sociale. Ha goduto di visite a Londra, dove la zia e cugini intrattenuti interessanti figure della società. E la sua visione ristretta delle possibilità di vita cambiò quando un cugino Bentinck la portò a incontrare Madre Julian in un convento anglicano in Cornovaglia. Madre Giuliana divenne la sua mentore e confidente, assicurando a Ottoline ” che amare le cose belle e godersi la vita non era male.”Lentamente Morrell cominciò a capire i vestiti di acquisto di sua madre e la collana di perle per lei a Parigi. “Questa scoperta è stata il primo passo verso la sua liberazione”, ha affermato la sua biografa, Sandra Darroch .

All’età di 23 anni, Morrell fece un altro passo verso la libertà; decise di andare all’estero. I suoi fratelli erano scettici in un primo momento, ma un conclave famiglia finalmente approvato la sua richiesta. Un accompagnatore e un’amica accompagnarono Ottoline a Bruxelles, poi in Germania, Austria e Italia dalla fine dell’estate 1896 al marzo 1897. Al ritorno a Londra, Morrell ha annunciato che voleva frequentare la St. Andrews University in Scozia. Fu convocata un’altra conferenza familiare; temevano che Ottoline potesse diventare uno spaventoso “bluestocking” che avrebbe messo in imbarazzo la famiglia, ma alla fine hanno dato il loro consenso. Per la prima volta, Morrell è stato costretto a funzionare al di fuori del suo mondo di classe superiore. Mal preparata per il lavoro a livello universitario, si iscrisse a una classe di logica-una scelta sbagliata dal momento che la mente di Ottoline non era mai logica. Lasciò la scuola e non tornò l’anno successivo; la cattiva salute, il clima freddo e la sua avversione alla logica furono tutti fattori nella sua decisione.

I suoi fratelli erano ansiosi che lei si sposasse, ma Morrell aveva già deciso di non legarsi al tipo di uomo che incontrava nel suo ambiente sociale. Infatti, era attratta da uomini che erano partner non ammissibili; nel 1897, incontrò Herbert Henry Asquith, una figura di spicco del Partito liberale, in seguito primo ministro (nel 1908) e sposato con Margot Asquith . La loro amicizia era profonda, reciproca e duratura, e si può presumere che fossero intimi in qualche momento durante i loro primi rapporti. Meno accettabile era l’attrazione di Morrell per un Dr. Axel Munthe che curava i disturbi nervosi a Roma. Si innamorarono quando Ottoline lo visitò sull’isola di Capri nell’agosto del 1898. Spesso soli insieme, scandalizzavano l’amica di Ottoline Hilda Douglas-Pennant . Solo mesi dopo, quando Morrell vide Munthe a Roma, era “freddo e tagliente”, dicendo che non poteva sposare un fanatico religioso che era anche nevrotico. Ottoline fuggì nella villa della zia a Firenze per riprendersi. Ovviamente, “yen for men” di Morrell non era ancora riuscito a portare a nulla di permanente.

Poco dopo, Morrell decise di iscriversi al Somerville College di Oxford, dove studiò storia ed economia politica e fu introdotta

al socialismo dal suo tutore. Alla fine del periodo scolastico, Ottoline rimase a Oxford dove incontrò l’uomo che avrebbe sposato, Philip Morrell, figlio dell’avvocato dell’università. I Morrell della classe medio-alta erano ben posizionati nella società locale. Ottoline lasciò Oxford nel dicembre 1899 o nel gennaio 1900 e tornò a Londra, dove lei e Asquith rinnovarono la loro relazione. Se si è evoluto in un affare non è chiaro, ma Ottoline era lusingato che “un uomo di mondo avrebbe pagato corte a lei.”Decisa a fuggire dallo stile di vita soffocante e artificiale dei suoi fratelli, partì per un tour della Sicilia e dell’Italia con la sua amica Hilda. All “età 27, Morrell si rese conto che il viaggio non poteva soddisfare la sua “vita interiore”; Hilda ha visto il matrimonio come l “adempimento finale, ma Ottoline fermamente respinto come” un nuovo tipo di schiavitù.”

È davvero una cosa dannatamente difficile vivere pienamente, riccamente, magnificamente e tuttavia coraggiosamente. Per vivere su larga scala.

—Ottoline Morrell

Durante l’inverno del 1901, Ottoline incontrò nuovamente Philip Morrell a cena. Era impressionato da questa donna statuaria da “un mondo più alto e rarefatto” del suo, e condividevano interessi nell’arte, nei libri e nella musica. Philip aveva frequentato Eton e ha conseguito una laurea in legge a Balliol. Aveva creato una filiale dello studio legale di suo padre a Londra, ma chiaramente non amava la pratica della legge. Mentre trascorreva un fine settimana nella casa di famiglia Morrell a Oxford, Philip chiese a Ottoline di sposarlo. La sua estrema riluttanza a impegnarsi è evidente nella loro corrispondenza; Ottoline enumerato i suoi diversi difetti – era profondamente religiosa, strongwilled, e aveva una mente propria. Ha anche rivelato che ha ricevuto un assegno di £1.500 sterline da Portland ogni anno, una somma considerevole dal momento che si potrebbe vivere bene a Londra con meno di £300 all’anno. Dopo il Natale del 1901, Ottoline accettò la sua proposta, e si sposarono nel febbraio successivo, con grande sollievo della sua famiglia. Il fratello di Ottoline, Charles, espresse l’atteggiamento della famiglia nei confronti della sorella errante quando disse a Filippo: “Beh, sono contento di non essere nei tuoi panni. Non la prenderei per niente. Morrell in seguito ammise di essersi sposata perché aveva bisogno di “qualcuno o qualcosa” per permetterle “di fuggire dal mondo angusto” in cui viveva. Nelle sue memorie, tuttavia, rivelò anche: “Io cl mi aggrappai alla mia libertà solitaria. Credo che in molte donne ci sia una forte sensazione intuitiva di orgoglio nella loro vita solitaria, così che quando arriva il matrimonio è, in una certa misura, un’umiliazione.”

Dopo una luna di miele in Italia, la coppia si stabilì in una casa su Grosvenor Road, in una zona alla moda di Londra. Quasi immediatamente sono stati coinvolti nella politica nazionale. Philip si unì alla Lega liberale e decise di candidarsi al Parlamento del South Oxfordshire. Entrambe le famiglie conservatrici di Ottoline e Philip erano indignate, e il padre di Philip lo costrinse a dimettersi dallo studio legale di famiglia, sostenendo che le sue inclinazioni liberali avrebbero alienato i clienti. Morrell ha fatto una campagna per conto di suo marito e sperava-per le riforme liberali, che ha detto, “mi ha aiutato a una maggiore comprensione della vita.”Ma la vita politica era troppo spesso prosaica, e Ottoline si annoiava e irrequieta. Solo un anno dopo il suo matrimonio, ha incontrato John Adam Cramb, uno scrittore con il quale ha potuto visitare gallerie d’arte, librerie, e partecipare a concerti. Ottoline ha fatto ogni sforzo per mantenere il loro appuntamento da Filippo, anche se raramente ha fatto un polverone su gran parte di qualsiasi cosa; egli “era infuriatingly larghe vedute,” come Ottoline più tardi notato. Ma Ottoline ha imparato una lezione preziosa dalla sua amicizia con Cramb—una relazione potrebbe essere vincolante come un matrimonio. Non poteva, e non avrebbe permesso a un uomo, a qualsiasi uomo, di dominare la sua vita per qualsiasi motivo. E, cosa piu ‘ importante, nulla avrebbe potuto mettere a repentaglio il suo matrimonio. Cramb era solo una figura minore nella sua vita, un preludio ai grandi amori che è venuto dopo. Come una donna sposata, Morrell era libero di iniziare la sua “vita reale,” in un mondo che ruota intorno alle arti e popolato da molti dei più famosi artisti e scrittori del 20 ° secolo.

Morrell desiderava “comunicazione e contatto sociale” e cominciò a invitare persone interessanti a cenare a casa sua. Henry James e Lytton Strachey furono tra i primi a diventare suoi amici intimi. La conversazione libera con una gamma libera di idee attrasse Ottoline e i suoi ospiti, e, come osservò il biografo di Strachey, la “sensibilità di Morrell era indisciplinata e troppo elaborata”, ma aveva anche “il potere di far sentire agli artisti e agli scrittori che le loro idee erano immensamente eccitanti e importanti per lei.”È generalmente convenuto che lei stessa mancava “abbastanza talento naturale per svilupparsi in un artista creativo a sé stante”, ma la sua capacità di riconoscere e disegnare un artista o uno scrittore nascente era ampiamente riconosciuta; la gamma e il numero di persone acclamate che aiutava e incoraggiava è davvero sorprendente. Tutto ciò di cui Morrell aveva bisogno ora era l’ambiente giusto per i suoi incontri sociali.

Nel 1905, c’era un’altra ragione per cui i Morrell avevano bisogno di una casa più grande: Ottoline era incinta e non era contenta. Ha francamente considerato questo sviluppo come “un assalto alla sua persona, un peso, la rottura nella sua esistenza da uno straniero sconosciuto. Philip aveva una carriera, e sentiva che avrebbe dovuto sopportare il peso di un bambino da solo.”Tuttavia, una volta che i Morrell avevano acquisito la loro spaziosa e imponente casa georgiana al 44 Bedford Square, a pochi isolati dal British Museum nella zona di Bloomsbury, Morrell è stato in grado di creare un ambiente eccitante, informale, ma tranquillamente elegante per il suo famoso “at homes”, il suo giovedì sera. La sua entrata nell’etereo mondo dell’arte e dell’intelletto di Bloomsbury era arrivata attraverso incontri a casa di Virginia Woolf (poi Virginia Stephen) che Woolf condivideva con sua sorella Vanessa Bell , un’artista, e due fratelli. Quando Morrell ha stabilito il suo salone giovedì sera, è diventata più di un semplice ospite per l ” élite sociale e culturale di Londra, è diventata il patrono e campione di talenti promettenti. Dal 1908 al 1915, la sua casa divenne nota”come probabilmente la più civilizzata poche centinaia di metri quadrati al mondo”; tuttavia, il” Set intelligente ” della cerchia aristocratica di Morrell non era in grado di adattarsi a questo mondo bohémien. Anni dopo, quando Morrell fu elogiato come patrono delle arti, un’anziana nobildonna rispose: “ma ha tradito il nostro Ordine” (la classe patrizia inglese).

Morrell non solo intrattenne artisti e scrittori, ma fu coinvolta nella loro vita privata, aiutandoli finanziariamente, sostenendoli emotivamente e incoraggiando i loro sforzi. Le eccentricità degli artisti piacevano particolarmente alla natura passionale e compassionevole di Ottoline, e avrebbe avuto una serie di relazioni con i suoi protetti. Augustus John e Henry Lamb erano tra i suoi amanti che alla fine hanno dovuto rompere con le sue attenzioni spesso soffocanti; ha inondato lettere e regali sui suoi preferiti che nel tempo è venuto a risentirsi la sua presenza troppo sollecita nella loro vita. Quando la passione era esaurita, Morrell e i suoi ex amanti rimasero amici intimi. Philip riconobbe presto che sua moglie era “dipendente da figure romantiche” e che non poteva fare nulla per cambiare i suoi modi. In ogni caso, il tempo di Filippo è stato consumato dalla sua vita politica in cui Ottoline partecipato quando necessario; ha attivamente una campagna per lui, ha partecipato e spesso ha parlato alle riunioni, e ha ottenuto il suo amico Asquith a sostenerlo.

Lady Ottoline Morrell ha avuto tre grandi amicizie nella sua vita: Lytton Strachey che ha incontrato nel 1910, Bertrand Russell, il noto matematico e filosofo, e il romanziere D. H. Lawrence. Lytton, “l’arciprete del gruppo Bloomsbury”, era un intellettuale, un omosessuale e aveva uno spirito devastante; Aldous Huxley disse di lui: “Il signor Strachey è il diciottesimo secolo cresciuto, è Voltaire a duecentotrenta .”Ottoline riconobbe il suo talento letterario molto prima di diventare famoso, e da parte sua, “l’aria inestinguibile e aristocratica di Morrell attirò immensamente il suo rispetto settecentesco per la nobile nascita”, scrive Darroch; “lasciati a se stessi continuarono come una coppia di ragazze adolescenti dallo spirito altezzoso.”Lytton e Ottoline potevano essere sciocchi e disinibiti in compagnia l’uno dell’altro—anche se Lytton barcollava per la stanza con le scarpe col tacco alto di Morrell. E hanno condiviso un coinvolgimento romantico con gli uomini, come l’artista Henry Lamb. Morrell era anche vicino a molte altre figure di Bloomsbury, molti dei quali in questa cordata erano omosessuali. E ” a Lady Ottoline di credito che ha apertamente associato con gli omosessuali in un momento in cui la pratica è stata quasi universalmente condannata come una “perversione.”Allo stesso tempo, pensava che Lytton” potesse essere salvato per il sesso femminile ” e ha persino suggerito di sposare la sua amica Ethel Sands , una lesbica. Tuttavia, Morrell non è riuscito a” convertirlo”. Lytton era un benvenuto, appuntamento fisso nel mondo sociale outré Ottoline creato a Londra e avrebbe creato nella sua casa di campagna, Garsington Manor.

L’uomo che ha avuto l’effetto più profondo sulla vita personale di Morrell è stato il brillante e appassionato Bertrand Russell, noto come Bertie. Domenica 19 marzo 1911, diede una piccola cena a Bedford Square per Russell che soggiornava la notte mentre andava da Cambridge a tenere una conferenza a Parigi. Ottoline era ansiosa per la sua capacità di conversare con un uomo del suo intelletto che lei non conosceva bene. Dopo che gli ospiti se ne andarono, Morrell e Russell parlarono per ore; Ottoline si rese conto che era turbato e lo incoraggiò a parlare. Confidò che non amava sua moglie Alys, che aveva bisogno di amore ed era stanco del suo “modo di vivere puritano e desiderava la bellezza e la passione.”In poche ore Russell si era innamorato, e non meno sorprendente, avevano accettato di diventare amanti il prima possibile.”Al suo ritorno da Parigi, Russell insistette che ognuno di loro informasse i loro coniugi del loro amore, ma Ottoline esitò e alla fine rifiutò di confrontarsi con Filippo. Aveva molto da perdere, perché amava suo marito e sua figlia Julian Morrell . Inoltre, Ottoline si chiedeva se potesse tenere l’interesse di Russell per lei o se fosse fuori dalla sua profondità intellettualmente. E c’era la questione delle loro disparate opinioni sulla religione. Russell era un ateo convinto. Morrell era certamente lusingato che questo uomo dotto sarebbe interessato a lei, ma lei lo trovò “sorprendentemente sgradevole”, “mancava di fascino e dolcezza e simpatia”, e il suo insaziabile appetito sessuale era estenuante. Inoltre, “Bertie soffriva di alitosi acuta” che ha reso baciare ” qualcosa di un calvario.”Il loro rapporto era diverso dai flirt e dai flirt sessuali che Morrell aveva avuto con Augustus John, Henry Lamb, Roger Fry e molti altri attraenti ammiratori maschi. In questo caso, “Russell era in competizione con Philip non per il suo amore, ma per la sua vita.”Non c’è da meravigliarsi che Ottoline soffrisse di malattie croniche e dovette fuggire in centri termali e cliniche del continente, alla ricerca di una cura per il suo mal di testa debilitante. Altri problemi afflissero gli amanti; la moglie di Russell, Alys, minacciò di creare uno scandalo pubblico e suo cognato informò Philip dell’infedeltà di Ottoline nei termini sessuali più grafici. E Russell non amava, forse era geloso di Lytton con il quale Ottoline era in grado di essere “naturale e gay”; Russell lo dichiarò “malato e innaturale & solo un altissimo grado di civiltà consente a una persona sana di sopportarlo.”Il sempre tollerante Filippo non era uno dei loro problemi, e presto arrivò ad una comprensione reciproca con Ottoline che le permise di assecondare i suoi bisogni emotivi.

Nonostante le cattive condizioni di salute per le quali ha subìto i trattamenti più nocivi, Morrell l’ha tenuta giovedì a casa e ha continuato il suo coinvolgimento con Russell e gli ex amanti. Nel 1912, il suo medico le raccomandò di trasferirsi in campagna per due anni; nel marzo 1913, i Morrell comprarono Garsington Manor, vicino a Oxford, una bella casa Tudor di Cotswold stone incastonata in 200 acri di giardini e terreni agricoli. Qui per 14 anni, scrive Darroch, Morrell avrebbe presiedere il suo “celebre corte rinascimentale orn ornato, ambiente ultraterreno fu presto la Mecca di tutti gli aspiranti giovani scrittori e artisti” e che divenne “una leggenda culturale.”In quest’aria rarefatta” diplomatici e aristocratici, belle signore e loro illustri accompagnatori ” si mescolarono con il Bloomsbury group e con scrittori e artisti ancora sconosciuti-Aldous Huxley, T. S. Eliot, John Maynard Keynes, George Santayana , Katherine Mansfield, Mark Gertler , Dora Carrington, Siegfried Sassoon, Graham Greene e Stephen Spender. E Lady Ottoline è stata patrona, promotrice e ospite di questa abbagliante galassia di giganti culturali che popolavano la sua casa e il suo riposante giardino a Garsington. Il maniero, sosteneva Lytton, era ” molto simile alla stessa Ottoline very molto notevole, molto impressionante, rattoppato, dorato e assurdo.”

Prima di trasferirsi a Garsington, Morrell aveva goduto di una brillante stagione sociale a Londra; i suoi incontri del giovedì attiravano i leoni sociali e culturali di Londra, ma poteva ancora confidarsi nel suo diario: “Per molti mesi ho sentito una terribile solitudine che nulla potrà mai alleviare. Mi sembra di aver provato tutti e li ho trovati tutti desiderosi.”E nell’agosto del 1914, Ottoline trovò anche il mondo che voleva mentre l’Europa precipitava nella guerra. Mentre la” febbre militare ” inghiottiva Londra, i Morrell erano disperati. Ottoline era presente alla Camera dei Comuni quando Filippo fece la sua protesta contro il coinvolgimento britannico nel conflitto, suscitando “mormorii ostili” dai suoi colleghi. Philip sapeva che questo avrebbe messo fine alla sua carriera, e lo ha fatto. La loro casa divenne un centro per la causa pacifista, e in seguito Garsington sarebbe servito come rifugio per gli obiettori di coscienza che lavoravano nella fattoria al posto del servizio militare. Per Morrell “la guerra era una forza brutta e malvagia”, e trovò” la glorificazione della brutalità ” ripugnante. La guerra causò fratture nei rapporti con la famiglia e gli amici, ma portò Ottoline più vicino alla folla di Bloomsbury che condivideva le sue opinioni. Morrell aiutato cittadini tedeschi che vivono a Londra che sono stati molestati e ha preso in alcuni rifugiati belgi e francesi, tra cui Maria Nys che alla fine sposò Aldous Huxley; Morrell fece anche un grande dono di denaro per attrezzare un ospedale da campo in Francia. Odiava la guerra, ma non poteva ignorare coloro che combattevano.

Nel 1914, Ottoline era incerta sul futuro; la civiltà stessa era minacciata di distruzione, e sebbene Filippo, lei e Bertie, fossero più felici insieme ora, confessò che stava “cominciando a sentirsi, se non vecchia, certamente stanca.”Ma Morrell ha continuato ad attirare molte delle figure eminenti in Gran Bretagna ai suoi levées nonostante la guerra. Fu criticata da alcuni che consideravano l’allegria e la ricerca del piacere come un comportamento inadatto durante il conflitto. Ma Ottoline aveva bisogno di aggrapparsi all’abitudine, agli amici, per alleviare la sua ansia per i pericoli che la Gran Bretagna affrontava. Una sorta di “normalità” forzata fu imposta a coloro che frequentavano Bedford Square e Garsington Manor. Nel suo solito modo, Morrell si incaricò di promuovere le carriere dell’artista ebreo Mark Gertler e di D. H. Lawrence i cui romanzi la impressionarono e il cui “senso intuitivo della vita” trovò compatibile. La moglie di Lawrence, Frieda, non era così affascinata da Morrell come lo era suo marito che era affascinato da Ottoline, una donna titolata, sorella di un duca e generosa mecenate delle arti. Frieda Lawrence considerava Morrell “una bella persona semplice che potrebbe essere utile”, e Ottoline, a sua volta, pensava che Frieda indegno di Lawrence, ” un hausfrau piuttosto blousy.”

Il 17 maggio 1915, Morrell si trasferì definitivamente a Garsington, che divenne il nuovo centro per i suoi raduni. Lei e Filippo avevano invitato i Lawrences a vivere in un cottage nella tenuta, ma tutti e quattro pensarono meglio, e l’offerta fu ritirata. Ma Ottoline li prodigava ancora con doni, persino cibo. Il libro di D. H. Lawrence, The Rainbow, era stato bandito, poi sequestrato e bruciato dalla polizia, nonostante i tentativi di Philip di ottenere il divieto revocato. Ottoline diede a Lawrence dei soldi per andare in Florida, ma gli fu negato il permesso di lasciare la Gran Bretagna e tornò a Garsington. Ci ospiti dal Giappone al Cile mescolato con i Garsington “abituali”, Russell, Lytton, Aldous Huxley, e il vescovo anglicano di Oxford, che ha fatto per una vivace, incongrua fusione di menti. A Natale, Ottoline ha dato una grande festa per gli abitanti del villaggio, con balli e giochi nel grande fienile e ognuno dei 100 bambini che ricevono un regalo. Come scrisse Lytton a sua madre, ” Ci vuole la figlia di mille conti per portare via le cose in quel modo.”Senza dubbio Morrell sentì l’obbligo come padrona del maniero di avere buoni rapporti con gli abitanti del villaggio, ma dovette anche deviare i suoi pensieri dalle sanguinose trincee in Francia.

Il Coscription Bill del 1916 colpì direttamente molti amici di Morrell, e Garsington divenne un rifugio per uomini a cui fu concesso lo status di obiettore di coscienza. Filippo li impiegava come braccianti agricoli. Ospitarli e dar loro da mangiare, e i loro molti amici che sono venuti a prendere l’ospitalità dei Morrell, hanno messo a dura prova le risorse dei Morrell. Lytton, fortunatamente, è stato dichiarato medicalmente inadatto per il servizio militare, e dopo un’udienza del tribunale, tornato a Garsington per recuperare dal suo calvario. (Questo nonostante le sue ripetute lamentele sul fatto che l’economia di Ottoline non gli fornisse pasti adeguati. Ottoline era stata presente all’udienza di Lytton e fu anche coinvolta in altre azioni legali che colpirono i suoi amici. Quando Russell si rifiutò di pagare una multa inflitta per aver scritto e distribuito un opuscolo contro la guerra, Ottoline contribuì a raccogliere fondi per pagare la multa e salvare la sua biblioteca dal sequestro e dalla vendita. Tuttavia, era infastidita da Russell per aver speso i suoi soldi in lezioni di ballo per la moglie di T. S. Eliot, Vivienne Eliot, mentre non riusciva a trovare i mezzi per salvare i suoi libri. Morrell ha anche fatto pressioni per salvare la vita di un nazionalista irlandese, Sir Roger Casement, condannato all’impiccagione per tradimento per la sua parte nella rivolta di Pasqua. Ha fatto appello a Asquith di intervenire, ma quando il diario di Casement ha rivelato che era un omosessuale, Asquith respinto la sua richiesta.

Ottoline Morrell era sempre stata attratta da artisti romantici e sensibili, ma sentiva di non aver ancora trovato il suo compagno spirituale perfetto. Ma nel 1916 incontrò il giovane poeta e soldato Siegfried Sassoon, il cui lavoro ammirava e promuoveva. Rimase spesso a Garsington durante le sue foglie dal servizio attivo. Sassoon, tuttavia, non ha mai risposto ai gesti di Morrell verso una maggiore intimità. Per lui, lei era troppo di un idealista, e lui considerava il suo aspetto “ridicolo”—quando hanno incontrato Morrell indossava “voluminosi pantaloni turchi rosa pallido”, che ha scioccato la sua sensibilità britannica posato. Sassoon era un osservatore astuto e ha visto come molti degli intimi di Ottoline a Garsington usato la sua natura premurosa a beneficio delle loro carriere. “Doveva ancora imparare che gli scrittori e gli artisti che ha fatto amicizia erano in grado di dimostrarsi ingrati”, ha scritto. Ironicamente, Sassoon si rivelò essere uno di quelli che non ringraziarono mai Ottoline, un’amara delusione per lei. E in breve, l’ingratitudine da parte di altri amici sarebbe stata rivelata pubblicamente.

Alla fine del 1916, Lawrence inviò a Ottoline una copia del suo nuovo romanzo, Women in Love, e Morrell fu sconvolto nel ritrovarsi caricaturale come Hermione Roddice, una donna con un “gusto bizzarro nei vestiti”, certamente un’osservazione fatta da chiunque conoscesse Ottoline. Peggio ancora, ha ritratto il personaggio come demoniaco, invidioso e pieno di odio. Hermione brama dopo Birkin, il narratore del libro che è modellato dopo Lawrence stesso. Birkin evita Hermione e si innamora dell’eroina Ursula, basata su Frieda Lawrence. Morrell è stato devastato da questo ritratto crudele, perché era stato ” scritto da qualcuno che avevo fiducia e mi piaceva.”Inoltre,” Sono stato chiamato ogni nome da una ‘vecchia strega’ ossessionata dalla mania del sesso, a una saffista corrotta. My I miei vestiti erano sporchi; ero scortese e insolente con i miei ospiti. Nelle sue memorie, Morrell ha osservato: “Il male che mi aveva fatto ha lasciato un segno molto grande nella mia vita.”Inoltre, Lawrence aveva satirizzato Philip, Julian, Russell e altri, così come la casa e il giardino di Garsington. Il fatto che il ritratto di Lawrence contenga alcuni noccioli di verità fa solo più male. La ferita ha preso anni per guarire, e Morrell ” ha promesso che mai più avrebbe lasciato se stessa così vulnerabile.”È difficile immaginare che Ottoline non si aspetterebbe che i suoi amici scrittori attingessero ai tanti personaggi eccentrici e anomali che abitavano il suo mondo per le loro opere. E sicuramente Morrell stessa era tra i più straordinari di questi personaggi. Pochi mesi dopo, scoprì di essere stata nuovamente oggetto di derisione. All’inizio del 1917, una commedia a Londra aveva un personaggio chiamato Lady Omega Muddle. Morrell stava lentamente e tristemente arrivando alla realizzazione che alcuni dei suoi amici ” la consideravano una figura di divertimento.”Ma questa non era l’ultima delle delusioni che Ottoline avrebbe sofferto in questo momento. Bertie decise di liberarsi dal suo entanglement con Ottoline; decise di “uccidere il suo amore” come aveva fatto con sua moglie Alys. Le sue frequenti incursioni sessuali erano state accettate da Morrell che era sempre disponibile a commiserare con Bertie e a riaffermare il suo amore per lui quando i suoi affari si rivelarono insoddisfacenti. Tuttavia, il brusco licenziamento di Russell la stordì, perché non era preparata per questo, e fu profondamente ferita. “Non lasciarmi andare. me Mi hai perso”, scrisse sulla busta di una delle sue lettere. Nel gennaio del 1915, Ottoline aveva scritto a Russell, con una certa preveggenza, ” Vale la pena di amare tutte le sofferenze dell’inferno in questo modo.”Ora aveva sperimentato l’inferno che l’amore spesso porta. Ma ne seguì la solita riconciliazione reciprocamente necessaria; Ottoline e Bertie avevano bisogno l’una dell’altra—per sempre.

Un colpo più devastante fu la scoperta di Ottoline che Filippo era stato infedele. Spesso ignorato e offeso dagli “ospiti intelligenti e dalla lingua acuta” di Ottoline, Filippo era riuscito finalmente a creare una propria vita separata. La sua vita stava crollando. Non si riprese mai completamente da quello che considerava un amaro tradimento, e eresse una sorta di cordone sanitario intorno a se stessa. Darroch ha descritto la condizione di Morrell come “uno stato di sanità mentale parziale.”Ma anche Filippo soffrì; per anni era stato considerato solo una parte del paesaggio, tranquillo, senza pretese, senza pretese. Inoltre, l’ingratitudine da parte degli obiettori di coscienza che erano ospitati a Garsington e il rifiuto da parte del Partito liberale che ha concluso la sua carriera politica lo ha colpito. Filippo, come Ottoline, crollò sotto la macchia.

Anche Sassoon rimase distante e distaccato; doveva essere “l’anima simpatica” che Morrell aveva sempre cercato. Durante una passeggiata dopo aver pranzato a Londra, ha detto Ottoline era “complicato e artificiale” e non è riuscito a vederla alla stazione ferroviaria quando ha lasciato. Morrell si rese conto tristemente che si era illusa “con la convinzione che dando uno riceverà qualcosa, ma non è vero.

Nel 1917, Morrell aveva iniziato ad invitare i più giovani a Garsington, tra cui T. S. Eliot, Robert Graves e diversi studenti universitari di Oxford, tra cui il figlio di suo fratello Portland. Uno dei suoi preferiti era Aldous Huxley che ha trovato facile parlare con Ottoline; “tu ed io siamo alcune delle poche persone che sentono la vita è reale, la vita è seria”, le scrisse. Ma Morrell è cresciuto sempre più infelice, disilluso, e cinico. Aveva ancora bisogno di persone nonostante le sue delusioni, e ha continuato a patrocinare talenti promettenti come Mark Gertler che è stato dato uno studio a Garsington e introdotto alla società intelligente del tempo. Dopo la guerra, i Ballets Russes di Sergei Diaghilev tornarono a Londra, e Morrell, che lo aveva conosciuto in precedenza, rinnovò la loro amicizia e incontrò Pablo Picasso che stava progettando le scenografie. Ottoline aveva sempre avuto un gusto esigente in poesia, e lei era molto impressionato con il lavoro di W. B. Yeats e T. S. Eliot che divenne infissi nel suo salone del dopoguerra.

Il crudele ritratto di Lawrence di Morrell in Women in Love non doveva essere l’ultimo di questi personaggi modellati sul suo benefattore. Nel 1921, Ottoline fu inorridita nello scoprire se stessa (come Priscilla Wimbush) e Garsington raffigurati nel Giallo Crome di Aldous Huxley. Questo” tradimento grossolano ” è stato seguito da un altro ritratto avvilente di Huxley. In Quelle foglie sterili, ha prodotto un ritratto selvaggio di Ottoline come la signora Aldwinkle che, ha scritto, ” ha le guance cascanti e un mento prominente. believes crede nella passione, appassionatamente; passion e ha un debole per i grandi uomini. È il suo più grande rimpianto che lei stessa non abbia attitudine per nessuna delle arti.”Chiunque conoscesse Morrell riconoscerebbe un granello di verità nella sua caratterizzazione, per quanto esagerata e malevola. Al suo attivo e la sua umanità, Ottoline ancora cercato di aiutare i suoi amici. Fornì assistenza medica a Vivienne Eliot (che morì pazza), offrì conforto alle amanti di Russell e rimase vicino a Virginia Woolf la cui instabilità mentale finì nel suo suicidio. Morrell ha persino perdonato Lawrence che ha riconosciuto la sua influenza nella sua vita e negli altri. A titolo di scuse tardive per Hermione Roddice, ha scritto, ” c’è solo un Ottoline. … I cosiddetti ritratti di Ottoline non possono essere Ottoline-nessuno lo sa meglio di un artista.”

Nel 1928, i Morrell vendettero Garsington e comprarono una casa a Bloomsbury in Gower Street. Garsington era troppo grande, dal momento che la loro figlia Julian era ora sposata, e troppo costoso per tenere il passo. Quando i nuovi proprietari del maniero chiesto Morrell dove fare acquisti per pesce e carne, lei rispose, “Non parlare con me di pesce. Puoi parlarmi di poesia e letteratura, ma non di pesce.”In realtà, Morrell non sapeva assolutamente nulla di pesce o carne o di qualsiasi cosa associata allo shopping per cibo o cucina; “difficilmente poteva far bollire un bollitore senza aiuto”, il che spiega perché aveva sempre un grande personale di casa. Ottoline sperava di ricreare il suo giovedì sera nelle case di Gower Street, e ci riuscì. Alle figure familiari del suo salone prebellico, apparvero nuovi talenti freschi, tra cui diverse giovani donne. Le riunioni, come la stessa Morrell, erano più tranquille, meno rauche, rispetto agli anni precedenti. Se Ottoline aveva ” imparato ad accontentarsi “in questa vita, era anche venuta a discernere che era” una calamita per gli egoisti”, i vampiri che succhiavano la vita, come lei lo esprimeva.

La sordità e la cattiva salute la affliggevano e i suoi amici stavano morendo: Lawrence morì di tubercolosi nel 1930 e Lytton morì nel 1932. Molto probabilmente Ottoline era d’accordo con le riflessioni di Lytton sul loro emozionante passato quando le scrisse: “Non penso di voler tornare indietro. E ‘ stato emozionante, incantevole, devastante, tutto in una volta-uno era in uno speciale (molto speciale) treno, strappando lungo a rotta di collo-dove?- si poteva solo vagamente indovinare. Once Una volta basta!”Morrell cominciò a considerare di pubblicare le sue memorie; le piacque scrivere qualcosa. Russell aveva già scritto la sua autobiografia che Ottoline leggere in forma manoscritta, ma lei lo convinse a non pubblicarlo fino a dopo che erano entrambi morti. Morrell pensava che alcune rivelazioni sarebbero state offensive per Philip e sua figlia. A seguito di un divorzio, Russell aveva sposato Dora Russell alcuni anni prima, aveva due figli, e ha lasciato Dora dopo aver avuto due figli con un altro uomo. Ma” attraverso tutte le sofferenze dell’inferno ” le loro storie d’amore li avevano portati, Bertie e Ottoline rimasero amici saldi.

Durante gli anni ‘ 30, Morrell continuò a viaggiare sul continente, e nel 1935, lei e Philip andarono in India dove ricevettero un ricevimento reale. Philip progettò di scrivere un libro su uno degli antenati di Ottoline, William Bentinck, governatore generale dell’India, che aveva soppresso la pratica del suttee, l’incendio delle vedove sulle pire funebri dei loro mariti. Ma dal 1935 in poi, la salute di Ottoline si deteriorò rapidamente e trascorse lunghi periodi in case di cura e cliniche. Il suo medico, che era ampiamente considerato un ciarlatano, usava metodi discutibili per trattare i suoi pazienti. Ha messo Morrell su una dieta da fame e le ha iniettato il controverso antibiotico Protonsil. Quando i suoi metodi sono finiti sotto inchiesta, si è suicidato. Ottoline Morrell morì il 21 aprile 1938, dopo che un’infermiera le fece un’iniezione del farmaco. Fu sepolta nella tenuta di famiglia di Welbeck. Filippo morì cinque anni dopo e fu sepolto accanto a lei.

Frieda Lawrence aveva scritto una volta a Morrell, che era venuta ad ammirare, “Penso che la tragedia della tua vita sia stata che era una piccola età in cui vivevi e gli uomini erano piccoli birra & anche le donne.”Ma Lady Ottoline aveva fatto l’età in cui viveva più grande attraverso escogitare il proprio stile di vita non ortodosso e attraverso i suoi enormi sforzi per conto di molti dei talenti giganti del suo tempo. “La convenzionalità è morte”, aveva scritto Morrell nel suo diario, ” Non essere ancora conformato a questo mondo.”Non è mai stata convenzionale, né ha frenato le sue passioni per conformarsi a questo mondo.

fonti:

Darroch, Sandra Jobson. Ottoline: La vita di Lady Ottoline Morrell. NY: Coward, McCann e Geohegan, 1975.

Morrell, Lady Ottoline. Ottoline, Le prime memorie 1873-1915. Vol. 1. A cura di Robert Gathorne-Hardy. Londra: Farber, 1963.

Seymour, Miranda. Ottoline Morrell: La vita su larga scala. Londra: Sceptre, 1993, NY: Farrar, Straus, 1993.

lettura consigliata:

Holroyd, Michael. Lytton Strachey: Una biografia. Londra: Pinguino, 1971.

L’album di Lady Ottoline: istantanee e ritratti dei suoi famosi contemporanei. A cura di Carolyn G. Heilbrun. Londra: Michael Joseph, 1976.

Morrell, Lady Ottoline. Ottoline a Garsington, 1915-1918. Vol. 2. A cura di Robert Gathorne-Hardy. Londra: Farber, 1974.

Russell, Bertrand. autobiografia. Vol. 1 e 2. Londra: George Allen e Unwin, 1971.

collezioni:

Lettere scritte a Lady Ottoline si trovano presso il Centro di Ricerca Umanistica, Università del Texas, Austin; le sue lettere a Bertrand Russell sono alla Mc-Master University, Ontario, Canada.

Jeanne A. Ojala, Professore di storia, Università dello Utah, Salt Lake City, Utah