Lista di controllo in diminuzione? Qui ci sono alcuni più TV ebraica e film da guardare.

Hai finito “Fauda” su Netflix, “The Plot Against America” su HBO e “The Marvelous Mrs. Maisel”su Amazon Prime — e forse il resto del contenuto ebraico e israeliano dai miei suggerimenti di visualizzazione “hunkered down at home” il 18 marzo.

Ma c’è ancora un sacco di contenuti ebraici da affrontare.

La generosità di oggi di contenuti ebraicamente infusi è innescata e pronta per gli applausi, gli scherni e l’analisi eccessiva generale (basata sul tuo obiettivo personale ebraico) che applichiamo al nostro consumo dei media.

Quindi creiamo i nostri festival cinematografici e le nostre sessioni di proiezione per esplorare il contesto di ciò che stiamo guardando.

Pensa in modo critico. Senti profondamente quello che stai guardando. E fai le solite domande.

Mentre discuti qualsiasi spettacolo o film con temi ebraici, usa queste domande per lanciare conversazioni e controversie sul contenuto:

Presentazione: Questo spettacolo o film presenta gli ebrei come vittime, richiedenti giustizia, aggressori o con caratteristiche ebraiche “stereotipate”? Come ti senti su come vengono presentati gli ebrei? (Le risposte possono includere: “Gli ebrei sono sempre vittime”, “Gli ebrei devono stare attenti a non essere visti come aggressori” e ” ricordate l’Olocausto.”)

Le tue esperienze: la rappresentazione della vita e della pratica ebraica in questo spettacolo o film risuona con la tua esperienza ebraica? Perché o perché no? Trova un momento o un personaggio a cui puoi relazionarti, anche se la loro pratica personale non corrisponde alla tua (potrebbe anche trovare un modo per incoraggiare l’empatia durante la quarantena).

Identità e contenuto: in che modo l’identità o il commento ebraico di un personaggio serve al contenuto? Ad esempio, nella commedia fantasy di Showtime del 2018 “The House With a Clock in Its Walls” (disponibile online su diverse piattaforme), un personaggio che ha perso marito e figlia nell’Olocausto gassifica una stanza di bambole. Sì, sono bambole raccapriccianti e malvagie, ma visivamente sembra che stia gassando effigi di bambini. Come ci sentiamo a riguardo?

Buono per gli ebrei?: Nel complesso, questo programma televisivo o film è ” buono per gli ebrei?”(La risposta è sempre contemporaneamente “sì”, “no” e ” ricorda l’Olocausto.”)

Ora, ecco alcuni suggerimenti per rendere i propri festival cinematografici, doppi lungometraggi e sessioni di proiezione “scuola di cinema”.

Vecchia versione di “The Goldbergs” contro il nuovo “The Goldbergs”della ABC

“The Goldbergs” era un popolare programma radiofonico dal 1929 al 1946 e poi una commedia drammatica in TV dal 1949 al 1956-con lo slogan “Yoo — hoo! Signora Goldberg.”Dai un’occhiata a questo episodio su YouTube e confrontalo con la sitcom della ABC, che sta appena concludendo la sua settima stagione. Come è cambiato il mondo per gli ebrei, nel mondo in generale e a Hollywood? Come è cambiata la rappresentazione ebraica in TV?

” Fiddler on the Roof “(1971) contro “The Frisco Kid” (1979)

Questo è un matchup di un Broadway e grande schermo musical classico contro una commedia su un rabbino polacco (Gene Wilder) in viaggio attraverso la frontiera americana a San Francisco, con Harrison Ford come un rapinatore di banche che fa amicizia con lui. Sembra pazzesco, no? Confronta shtetls e percezioni dell’America, così come gli atteggiamenti verso la Torah e le osservanze dello Shabbat. Entrambi sono disponibili per il noleggio da YouTube, iTunes, Google Play e Amazon Prime.

“I produttori” (1967) vs. “I produttori” (2005)

Qual è la tua coppia preferita di intriganti produttori di Broadway che guardano una donna bionda alta e approfittano delle vecchie signore per finanziare un musical su Hitler, sperando che si chiuda immediatamente? Zero Mostel e Gene Wilder nella versione del 1967? O Nathan Lane e Matthew Broderick nel 2005? Entrambi possono essere noleggiati su YouTube, Google Play o Amazon Prime, o trovati su altre piattaforme.

On and off the derech: ritratti sullo schermo dell’adesione chassidica e della ribellione

Nei seguenti film e spettacoli televisivi, discuti come vengono rappresentate le comunità ortodosse e ultra-ortodosse. Le raffigurazioni sono rese con amore, rispetto, disprezzo, frustrazione o risentimento? Sulla base di questi ritratti, come percepite la comunità ortodossa americana o israeliana? Come fanno questi film e spettacoli televisivi ritraggono le donne? E cosa significa per i personaggi accettare o rifiutare i valori della comunità che li circonda?

Ecco la mia lista: film del 1992 “Uno Straniero in mezzo a Noi”, diretto da Sidney Lumet e interpretato da Melanie Griffith come un poliziotto che va sotto copertura in una comunità Chassidica (noleggio su YouTube, Google Play o Amazon Prime); il film del 1998 “Un Prezzo al di Sopra di Rubini,” interpretato da Renée Zellwegger come un Ebreo Ortodosso (trovare su HBO Ora, YouTube, iTunes, Google Play o Amazon Prime); 2001 documentario “Tremante Prima di G-d,”su gay e lesbiche gli Ebrei Ortodossi (affitto su Amazon Prime); il documentario del 2017″ One of Us”, sugli ebrei ortodossi che affrontano l’ostracismo e l’ansia (Netflix); la miniserie fittizia del 2020″ Unorthodox”, su un’infelice donna chassidica che lascia Brooklyn (Netflix); e il dramma israeliano di due stagioni” Shtisel”, su una famiglia fittizia e tradizionalmente religiosa a Gerusalemme (Netflix).

Giustizia o vendetta? Gli ebrei che uccidono

Rendono questo un festival cinematografico! E poi discutete degli ebrei e del potere: cosa pensiamo degli ebrei che esercitano il potere? Quali testi ebraici sostengono le idee di giustizia e vendetta? Qual è la differenza tra giustizia e vendetta? La vendetta è mai giustificata?

vi suggerisco di questi film: il 2009 film di Quentin Tarantino “bastardi senza gloria”, in cui una banda di combattenti, tra cui Brad Pitt, rintracciare e graficamente uccidere Nazisti (Netflix, o noleggiare su YouTube, iTunes, Google Play o Amazon Prime); il 2018 dramma “Operazione Finale,” la ricerca e l’estrazione di Adolf Eichmann dal Sud America a stare in giudizio in Israele (Hulu, o noleggiare su YouTube, iTunes, Google Play o Amazon Prime); il film drammatico di Steven Spielberg del 2005 “Munich”, in cui una squadra speciale israeliana ha il compito di trovare e assassinare i terroristi che hanno massacrato gli israeliani alle Olimpiadi del 1972; l’attore Guri Weinberg interpreta suo padre, Moshe, che era uno degli atleti israeliani uccisi. (Noleggialo su YouTube, iTunes, Google Play o Amazon Prime).

Bottom line: ora c’è più contenuto di quello che c’era una volta, con più aggiunto tutto il tempo. Quindi sintonizzati, diventa creativo, diventa cerebrale. Netflix e kvell e Purell. E, come sempre, # RememberTheHolocaust.