Khanty-Mansiysk city, in Russia

Storia di Khanty-Mansiysk

Khanty-Mansiysk, in 16 ° -18 ° secolo

Nel Maggio 1582, i Cosacchi ha iniziato un “yasak campagna” (esatto pelliccia tributo da popoli indigeni della Siberia) lungo la Ob e Irtysh fiumi, e di non incontrare alcuna resistenza seria sulla loro strada fino a Samar, il principe del locale Khanty (Ostyaks) persone, ha deciso di combattere, ed è stato ucciso. L’insediamento che esisteva in questo territorio fu saccheggiato e deserto. La piena inclusione della Siberia in Russia ha richiesto un altro mezzo secolo.

Nel 1630, persone provenienti da altre parti della Russia iniziarono ad arrivare nell’Irtysh inferiore per servire i trattati postali. Nel 1635 fu firmato uno dei primi documenti ufficiali sulla creazione dell’insediamento di Samarovsky, che prese il nome dal principe Khanty di Samar ucciso qui.

Nel 17 ° secolo, la sua posizione favorevole all’incrocio di importanti rotte permise a Samarovskaya sloboda (insediamento) di diventare un centro commerciale. Mercanti da tutto il mondo hanno portato stoffa, velluto, seta, spezie, gioielli in Siberia. I mercanti russi offrivano pellicce, pesce, pelli, piatti, bottoni, polvere da sparo. Qui è stata aperta una filiale della dogana di Tobolsk, dove sono stati effettuati screening e valutazione delle merci, sono stati raccolti i dazi.

Nel 1708, Samarovo divenne parte del Governatorato siberiano. Nel xviii secolo, i residenti dell’insediamento dovettero padroneggiare l’artigianato e la produzione, poiché la Siberia orientale fu unita alla Russia e le principali rotte commerciali si spostarono a sud. L’insediamento cominciò a chiamarsi Samarovo. Nel 1748, la popolazione del villaggio era di 487 persone.

Altri fatti storici…

Khanty-Mansiysk nei secoli 19-20

Nel 19 ° secolo, Samarovo cominciò ad attirare sempre più attenzione da parte di viaggiatori, ricercatori e scienziati. Edmond Cotteau, un viaggiatore francese, ha scritto: “Samarovo è un bellissimo insediamento costruito ai piedi di colline coperte da una fitta foresta. La chiesa con cupole bianche si trova nel mezzo di essa. In precedenza, la capitale del regno Ostyak si trovava qui, ma i suoi residenti originali lo lasciarono e si stabilirono in valli remote. Ora, gli unici residenti qui sono russi…”.

A cavallo tra il xix e il xx secolo, Samarovo divenne un villaggio prospero con numerose grandi case a due piani. Nel 1930 fu emesso un decreto sull’organizzazione del distretto nazionale Ostyak-Vogul. Nel 1931, a 5 km da Samarovo, iniziò la costruzione della nuova capitale della regione. Si chiamava Ostyako-Vogulsk. Nel 1937 fu costruita una strada tra il nuovo villaggio e Samarovo. Più tardi, cominciò a chiamarsi “Khanty-Mansiysk Street”. Nel 1938, la popolazione di Ostyako-Vogulsk era di circa 7,5 mila persone. Nel 1940, Ostyako-Vogulsk fu ribattezzata Khanty-Mansiysk.

Nel 1950, il villaggio di Khanty-Mansiysk ricevette lo status di città, il villaggio di Samarovo divenne la sua parte. Nel 1953 fu scoperto un giacimento di gas naturale nel villaggio di Berezovo situato a nord di Khanty-Mansiysk. Nel 1960, il petrolio fu scoperto nell’Okrug autonomo di Khanty-Mansi. Khanty-Mansiysk ha iniziato a crescere e svilupparsi rapidamente.

L’aeroporto è stato ricostruito, sono stati costruiti nuovi condomini, scuole, asili, biblioteche e un centro culturale. Migliaia di persone sono arrivate per sviluppare la regione petrolifera. Nel 1989, la popolazione di Khanty-Mansiysk era di circa 34,5 mila persone.

L’ultima storia di Khanty-Mansiysk

L’inizio degli anni ‘ 90 fu un periodo di grandi cambiamenti per Khanty-Mansiysk. Nel 1993, l’Okrug autonomo di Khanty-Mansiysk divenne un soggetto della Federazione Russa e ricevette il diritto di formare autonomamente il proprio budget.

Sono stati stanziati fondi significativi per lo sviluppo dei trasporti e delle infrastrutture comunali della regione, per l’attuazione di programmi sociali volti a migliorare le condizioni di vita della popolazione, preservando la cultura tradizionale delle popolazioni indigene del Nord.

Nel 1993, il IV Festival internazionale del Folklore dei popoli ugro-finnici si è tenuto a Khanty-Mansiysk. Nel 1996, un’autostrada federale collegava la città con Surgut, Nefteyugansk e Tyumen.

Nel 2004 fu costruito un ponte automobilistico unico sul fiume Irtysh e la città ricevette una comunicazione affidabile con Nyagan e altre città della parte occidentale dell’Okrug-Yugra autonomo di Khanty – Mansi. Nel 2010, la strada costruita attraverso il villaggio di Gornopravdinsk ha ridotto la distanza da Khanty-Mansiysk a Tyumen di 300 chilometri.

Negli anni 2000, la città come centro della più grande regione russa di petrolio e gas si sviluppò rapidamente, la sua popolazione più che triplicata. Un certo numero di centri educativi e scientifici, strutture culturali e sportive sono stati aperti a Khanty-Mansiysk: il complesso sciistico Khvoyny Urman, il Palazzo dello sport sul ghiaccio, lo stadio aperto di atletica Ugra per 10.000 spettatori, il Centro per lo sviluppo degli sport da tennis, il complesso turistico culturale “Archeopark”, il club equestre “Mustang”, l’Accademia degli scacchi Yugra e altri.

Nel giugno 2008, Khanty-Mansiysk ha ospitato il Congresso Mondiale dei Popoli ugro-finnici e il V Festival Internazionale dell’artigianato dei popoli ugro-finnici “Yugra-2008”. Nel settembre 2010, la 39a Olimpiade mondiale di scacchi si è tenuta a Khanty-Mansiysk. Circa 1,5 mila giocatori di scacchi provenienti da 158 paesi sono arrivati qui per partecipare all’evento sportivo più massiccio della storia della città.

Immagini di Khanty-Mansiysk

vista Generale di Khanty-Mansiysk

vista Generale di Khanty-Mansiysk

Autore: Sergov

Museo Statale d'Arte a Khanty-Mansiysk

Museo Statale d’Arte a Khanty-Mansiysk

Autore: Igor Timoshok

la Scultura di una donna con un tamburello in Khanty-Mansiysk

Scultura di una donna con un tamburello in Khanty-Mansiysk

Autore: Igor Timoshok

Khanty-Mansiysk – Caratteristiche

Khanty-Mansiysk è situato nel territorio di Pianura della siberia Occidentale nella parte centrale della Siberia Occidentale, sulla riva destra del Fiume Irtyš, a circa 20 chilometri dalla confluenza con il Fiume Ob; nella zona naturale di taiga. La distanza da Tyumen è di 669 km, a Mosca-circa 2.580 km.

È il più grande dei centri delle regioni autonome della Russia e l’unico con una popolazione di oltre 100.000 persone. Allo stesso tempo, è uno dei pochi centri amministrativi russi, che è più piccolo di altre città della regione. Khanty-Mansiysk è solo la quarta città più grande dell’Okrug autonomo Khanty-Mansi dopo Surgut, Nizhnevartovsk, Nefteyugansk.

Questa città è equiparata alle regioni dell’Estremo Nord e si trova nella zona climatica continentale. La temperatura media di gennaio è meno 18,9 gradi Celsius, a luglio – più 18,4 gradi Celsius.

Negli ultimi anni, Khanty-Mansiysk ha uno dei più alti, anche per gli standard russi, tassi di crescita della popolazione. La crescita annuale è di circa tremila persone. Gli studenti e i giovani lavoratori costituiscono oltre il 30% della sua popolazione. L’età media di un residente della città è di circa 35 anni.

Khanty-Mansiysk è una città verde. Quasi un terzo del suo territorio è occupato dalla foresta. La città è circondata dal parco Samarovsky Chugas – una riserva naturale con specie relitte di conifere. La situazione ambientale in città è molto favorevole, perché non ci sono grandi imprese industriali.

L’aeroporto di Khanty-Mansiysk offre voli regolari per Mosca, Kazan, Novosibirsk, Ekaterinburg, Krasnoyarsk, Ufa. È collegato su strada con altre grandi città della regione di Tyumen (Surgut, Nefteyugansk, Tyumen).

Le navi passeggeri collegano Khanty-Mansiysk con molte città e villaggi della regione, così come con Tobolsk, Omsk e Salekhard. Le stazioni ferroviarie più vicine sono Pyt-Yakh (248 km da Khanty-Mansiysk) e Demyanka (238 km da Khanty-Mansiysk). La rete di autobus di Khanty-Mansiysk è rappresentata da 7 linee di autobus urbani e 1 di campagna.

Khanty-Mansiysk è un centro di sci di importanza mondiale. Qui, dall’inizio degli anni 2000, è operativo un moderno centro di biathlon. Nel 2000, nel 2005 e dal 2007 al 2016 (ad eccezione del 2014), le tappe della Coppa del Mondo di Biathlon si sono svolte qui.

I souvenir più interessanti che puoi portare da Khanty-Mansiysk sono vari prodotti in pelle e pelliccia, tamburelli originali Khanty, bambole popolari e giocattoli Khanty, perline, pinoli, prodotti in vimini fatti con radici di cedro ed erba.

Principali attrazioni di Khanty-Mansiysk

Archeopark “Samarovsky Ostanets” – un complesso culturale e turistico con sculture di animali e persone antiche. La vista principale è la famosa scultura in pietra di 11 mammut. Inoltre, ci sono sculture di lupi e bisonti, leoni, cervi, orsi, rinoceronti e altri animali del Pleistocene. Via Obyezdnaya, 23.

Museo della Natura e dell’uomo – uno dei musei più antichi e interessanti di Khanty-Mansiysk. La collezione di questo museo conta più di 120 mila reperti: vari oggetti culturali e quotidiani dei popoli Khanty e Mansi, ricostruzioni e modelli di edifici antichi, scheletri e animali imbalsamati, esposizioni che mostrano processi esterni e interni della Terra. Mira Street, 11.

Museo d’Arte Statale. La collezione d’arte di questo museo è composta da sezioni di pittura di icone, pittura russa, grafica, stampe, arti e mestieri e scultura. Qui puoi vedere i dipinti di famosi maestri dell’arte russa: Rokotov, Tropinin, Repin, Aivazovsky, Surikov, Levitan e altri artisti del xviii-XX secolo. La sezione dell’arte antica russa comprende opere di pittura di icone del xv-XIX secolo. Mira Street, 2.

Museo di Geologia, Petrolio e Gas Naturale. Khanty-Mansiysk è considerato il cuore dell’industria del gas naturale e del petrolio in Russia. I più grandi giacimenti di petrolio e gas del paese si trovano in questa regione. La collezione si basa su documenti storici e fotografie, pietre preziose, minerali e rocce, campioni di attrezzature per la produzione di olio e oggetti decorativi. Cechova Street, 9.

Casa-Museo dell’artista popolare dell’URSS Vladimir Igoshev. Lo scopo del museo è quello di divulgare le opere dell’artista, che ha raffigurato nei suoi dipinti la bellezza della terra siberiana, la sua storia e cultura e le persone che vivono a Yugra. Oltre alle sale espositive, è anche possibile visitare il laboratorio e l’appartamento dell’artista. Anche l’aspetto dell’edificio costruito in stile Art Nouveau russo con mosaici e modanature in stucco è interessante. Via Lopareva, 7.

Museo etnografico all’aperto “Torum-Maa”. Situato nella pittoresca foresta della taiga siberiana, questo museo conserva la cultura e le tradizioni dei popoli Khanty e Mansi. Qui puoi vedere le costruzioni degli abitanti indigeni di questa terra, i loro oggetti per la casa, vestiti, gioielli e varie collezioni di oggetti antichi. Qui si svolgono anche feste e cerimonie tradizionali. Il nome del museo significa “Terra Santa”. Sobyanina Street, 1.

Complesso ortodosso “Nel nome della risurrezione di Cristo”. I suoi maestosi edifici, coronati da cupole dorate, possono essere visti da quasi tutte le parti di Khanty-Mansiysk. Costruito nel 2005, il complesso comprende più di 10 edifici, i principali dei quali sono la Cattedrale della Resurrezione, una palestra ortodossa e una scuola, la Chiesa del principe Vladimir e un campanile di 62 metri, che è uno degli edifici più alti della città.

Qui puoi anche trovare il primo in Russia parco ortodosso di scrittura e cultura slava “Piazza slava” decorato con sculture sul tema dei Dieci Comandamenti. Inoltre, il complesso ha monumenti a santi, vicoli, parchi giochi e luoghi di svago. Via Gagarina, 9.

Monumento agli scopritori della Terra di Yugra – una pittoresca piramide triedrica di 62 metri rivestita di vetro. Ogni lato simboleggia un’importante pietra miliare nella storia di Yugra: l’apparizione di popoli indigeni, l’esplorazione della regione da parte dei cosacchi di Ermak e la scoperta di giacimenti di petrolio e gas naturale. La piramide è visibile da qualsiasi punto di Khanty-Mansiysk in quanto si trova sul pendio di un’alta collina circondata dalla foresta. Pervootkryvateley Lane, 1.

Il ponte del Drago Rosso sul fiume Irtysh – uno dei ponti più belli non solo nella Siberia occidentale, ma anche in Russia. Il ponte lungo 1.316 metri è stato costruito nel 2004. Collega Khanty-Mansiysk con la parte occidentale dell’Okrug autonomo Khanty-Mansi.

Parco Naturale Samarovsky Chugas-un luogo ideale per gli amanti dell’ecoturismo. Distribuito lungo le pittoresche colline, Samarovsky Chugas copre un’area di ??più di 6,5 mila ettari con fitte foreste, ruscelli e laghi blu. Questo parco, una volta chiamato Khanty-Mansiysk Hills, ha lo status di monumento naturale. Questo è un posto preferito per gli amanti della fauna selvatica e delle passeggiate all’aria aperta. Ai visitatori del parco vengono offerti anche percorsi turistici ecologici con una guida turistica esperta.