John Vanderlyn

Ritratto dell'Artista, 1800

Ritratto dell’Artista, 25 anni, da Vanderlyn

breve
NATO:
18 ottobre 1775 a Kingston, New York
MORTO:
23 settembre 1852 a Kingston
Sepolto al Wiltwyck Cemetery, Kingston, NY
  • Il patrocinio di Aaron Burr offre a Vanderlyn una serie di opportunità durante la sua carriera, e nonostante le successive umiliazioni di Burr, Vanderlyn rimane in debito con lui per tutta la vita.
  • A Filadelfia, Vanderlyn aiuta Gilbert Stuart a riempire gli ordini per le copie del ritratto dell’Ateneo di George Washington bloccando nella figura (1796).
  • Diventa il primo pittore americano a studiare a Parigi (1796 – 1801) e successivamente vince una medaglia al Salon (1808).
  • Vanderlyn importa lo stile neoclassico francese nell’arte americana-in netto contrasto con la Grandiosa maniera britannica di John Trumbull.
LINK
  • Opere di John Vanderlyn

John Vanderlyn, pittore americano, nacque nel 1776 a Kingston, New York. Era nipote di un pittore emigrato olandese e figlio di un vetraio-pittore e commerciante di articoli per la pittura.

Fu impiegato da una tipografia a New York e fu istruito per la prima volta in arte dal pittore scozzese Archibald Robertson (1765-1835), che fu in seguito uno dei direttori dell’American Academy of Fine Arts di New York. Ha fatto copie di alcuni dei ritratti di Gilbert Stuart, tra cui uno di Aaron Burr – e fu Burr che ha organizzato per avere Stuart portarlo come allievo a Filadelfia.

Nel 1796 Vanderlyn andò a Parigi, poi nel 1805 a Roma, dove dipinse il suo quadro di Marius tra le rovine di Cartagine, che ricevette una medaglia d’oro quando fu mostrato a Parigi. Questo successo lo fece rimanere lì per sette anni, durante i quali prosperò notevolmente. Nel 1812 mostrò un nudo, Arianna addormentata sull’isola di Naxos, che aumentò la sua fama.

Vanderlyn tornò in America nel 1815, ma non incontrò successo. Ha lavorato molto lentamente, e né i suoi ritratti né vari panorama che ha esposto lo ha portato alcun notevole ritorno finanziario.

Nel 1842, attraverso influenze amichevoli, fu incaricato dal Congresso di dipingere Lo sbarco di Colombo per uno dei pannelli nella rotonda del Campidoglio a Washington. Andando a Parigi, ha impiegato un artista francese per aiutarlo, che, si dice, ha fatto la maggior parte del lavoro.

Morì nel bisogno assoluto a Kingston, New York, nel 1852.

Vanderlyn fu il primo artista americano a studiare in Francia anziché in Inghilterra. I suoi dipinti adattano lo stile neoclassico francese per il pubblico americano. Ha dipinto ritratti di presidenti, tra cui George Washington (una copia del ritratto di Stuart Lansdowne per la Camera dei Rappresentanti), James Madison, James Monroe, Andrew Jackson e Zachary Taylor; statisti di New York Robert R. Livingston e George Clinton; e lo statista della Carolina del Sud John C. Calhoun.

ADATTATO DA:
Encyclopedia Britannica, 1911 ed.