Girolamo di Praga

La combustione di Girolamo di Praga, John Foxe, il Libro dei Martiri (1563)

Girolamo di Praga (Jeroným Pražský ceca, 1379 – Maggio 30, 1416) è stato uno dei principali seguaci più devoti amici di Giovanni Hus. Nacque a Praga da una famiglia benestante; dopo aver conseguito la laurea presso l’Università di Praga nel 1398, ottenne nel 1399 il permesso di viaggiare. Nel 1401 tornò a Praga, ma nel 1402 visitò l’Inghilterra, e ad Oxford copiò il Dialogus e il Trialogus di John Wyclif, manifestando così il suo interesse per la Lollardia. Egli divenne anche un ardente e schietto sostenitore del realismo (al contrario di nominalismo) e da allora in poi Wyclifism e il realismo sono stati accuse che sono stati costantemente ottenere lui nei guai. Nel 1403 andò a Gerusalemme, nel 1405 a Parigi. Lì ha preso il suo master, ma Jean Gerson lo ha cacciato. Nel 1406 ha preso la stessa laurea presso l’Università di Colonia, e un po ‘ più tardi presso l’Università di Heidelberg.

Girolamo di Praga

Non era più sicuro a Praga, a cui è tornato, e dove, nel 1407, ha preso lo stesso grado. In quell’anno tornò a Oxford, ma fu nuovamente costretto a fuggire. Durante il 1408 e il 1409 fu a Praga, e lì le sue pronunciate preferenze ceche suscitarono opposizione a lui in alcuni quartieri. All’inizio del gennaio 1410, fece un discorso prudente a favore delle opinioni filosofiche di Wyclif, e questo fu citato contro di lui al Concilio di Costanza quattro anni dopo. Nel marzo 1410 fu emessa una Bolla papale contro gli scritti di Wyclif, e con l’accusa di favorirli, Girolamo fu imprigionato a Vienna, ma riuscì a fuggire in Moravia. Per questo fu scomunicato dal vescovo di Cracovia. Tornato a Praga, apparve pubblicamente come avvocato di Hus. La leggenda popolare attribuisce a Girolamo la guida di una protesta in cui le bolle papali furono prima infilate al collo di una prostituta in un carro e poi portate alla gogna di Praga per essere bruciate pubblicamente, ma il leader era in realtà Wok di Waldstein. Nel 1413 fu alle corti di Polonia e Lituania, facendo una profonda impressione con la sua eloquenza e apprendimento.

A Cracovia, fu esaminato pubblicamente per quanto riguarda la sua accettazione dei quarantacinque articoli che i nemici di Wyclif avevano composto dagli scritti di Wyclif e che essi affermavano rappresentassero gli insegnamenti eretici di Wyclif. Jerome ha dichiarato che li ha respinti nel loro tenore generale. Quando, l ‘ 11 ottobre 1414, Hus partì per il Concilio di Costanza, Girolamo gli assicurò che, se necessario, sarebbe venuto in suo aiuto. Questa promessa ha fedelmente mantenuto, per il 4 aprile 1415, è arrivato a Costanza. Poiché, a differenza di Hus, era venuto senza un salvacondotto, i suoi amici lo persuasero a tornare in Boemia. Ma sulla via del ritorno è stato arrestato a Hirschau aprile 20 e portato a Sulzbach, dove è stato imprigionato, ed è stato restituito a Costanza maggio 23, e subito chiamato in giudizio davanti al consiglio con l ” accusa di fuggire una citazione — uno essendo stato effettivamente rilasciato contro di lui, ma come era lontano al momento era ignaro di esso.

La sua condanna è stata predeterminata in conseguenza della sua generale accettazione delle opinioni di Wyclif, e anche a causa della sua aperta ammirazione di Hus. Di conseguenza, non aveva un’udienza equa. La sua prigionia fu così rigorosa che cadde gravemente malato e così fu indotto a ritrattare in sessioni pubbliche del consiglio tenutesi l ‘ 11 settembre e il 23 settembre 1415. Le parole messe in bocca in queste occasioni gli fecero rinunciare sia a Wyclif che a Hus. La stessa debolezza fisica lo fece scrivere in lettere boeme al re di Boemia e all’Università di Praga, che furono dichiarate del tutto volontarie e dichiararono le proprie opinioni, nelle quali annunciò di essersi convinto che Hus fosse stato giustamente bruciato per eresia. Ma questa condotta non assicurò la sua liberazione né diminuì la probabilità della sua condanna. Il 23 maggio 1416 e il 26 maggio fu processato dal consiglio. Il secondo giorno ritrattò coraggiosamente la sua ritrattazione, e così il 30 maggio fu finalmente condannato e subito dopo bruciato.

Jerome attaccamento alla Chiesa è stato sincero; di conseguenza, come egli ha respinto Wyclif di insegnamenti per quanto riguarda la Cena del Signore, il consiglio aveva davvero sottile motivi per la sua esecuzione. I suoi lunghi viaggi, la sua ampia erudizione, la sua eloquenza, il suo ingegno, lo resero un formidabile critico della chiesa del suo tempo, e fu per le sue critiche piuttosto che per eresia che la sua morte fu circondata.

Girolamo era anche un patriota ceco, che spiegò che i cechi erano come gli Israeliti, una nazione santa scelta da Dio.

Note

  1. Lea 2004, pag. 450.
  2. Housely, Norman, ” Terra Santa o Terre Sante? Palestina e l’Occidente cattolico nel Tardo Medioevo e Rinascimento,”, in Swanson, R. N., ed., The Holy Land, Holy Lands, and Christian History, Ecclesiastical History Society, Boydell Press, Woodbridge, Suffolk, 2000, p. 239.
  • Questo articolo include contenuti derivati dalla Schaff-Herzog Encyclopedia of Religious Knowledge, 1914, che è di pubblico dominio.

  • Lea, Henry C. (2004). Una storia dell’Inquisizione del Medioevo Parte seconda. La nostra azienda ISBN 0766188949

cs: Jeroným Pražskýeo:Jeroným Pražskýla: Hieronymus Pragensislt:Jeronimas Prahiškishu:Jeroným Pražskýpt: Jerônimo de Pragaru:Hieronym Pražskiysk:Hieronym Pražský