Federico Augusto II

Federico Augusto II, (nato il 18 maggio 1797, Dresda, Sassonia-morto agosto. 9, 1854, il Tirolo, Austria), riformato re di Sassonia e nipote di Federico Augusto I, che ha favorito l’unificazione tedesca, ma è stato spaventato in una politica reazionaria dalle rivoluzioni del 1848-49.

Federico Augusto condivise la reggenza con suo zio, re Anton, dal 1830 al 1836, quando succedette al trono. La costituzione del 1831, concedendo una misura di governo rappresentativo, fu in parte il suo lavoro. Ha continuato a sostenere la riforma dopo la sua adesione, ma, in mancanza di risoluzione, realizzato molto poco. Federico Augusto simpatizzò con il piano per l’unità tedesca sposato dall’Assemblea nazionale di Francoforte nel 1848, anche se rifiutò di accettare il progetto di costituzione liberale di quel corpo. Questo rifiuto portò alla rivolta di Dresda nel maggio 1849, che fu schiacciata solo con l’aiuto delle truppe prussiane. Successivamente, F. F. von Beust, nemico reazionario della Prussia e amico dell’Austria, portò la Sassonia interamente nel campo austriaco. Dopo la rivoluzione abortiva, Federico Augusto divenne sempre meno attivo nel governo del suo stato. Da sempre appassionato botanico dilettante, che aveva viaggiato molto in Europa seguendo questo hobby, morì a seguito di un incidente durante una delle sue spedizioni in Tirolo.