8 Blogger latino per il bene sociale

Gli influencer digitali latino non riguardano solo la bellezza e il cibo, anche se questi sono argomenti rilevanti. Ci sono innumerevoli scrittori online che dedicano interi blog alla causa specifica di cui sono più appassionati. Qui ci sono otto latinos che usano le loro piattaforme digitali e social media per aumentare la consapevolezza su diverse questioni. Hanno condiviso con noi non solo ciò di cui sono appassionati, ma hanno anche dato spunti a beneficio dei lettori che potrebbero voler diventare anche sostenitori online.

Per gentile concessione di Eliana Tardio

Eliana Tardio, 37.

Sito Web: Vivere con passione, compassione & Stile

Eliana, che è boliviana americana e con sede nel sud-ovest della Florida, blog e sostenitori per i genitori ispanici che allevano figli con sindrome di Down, sia in inglese che in spagnolo. Cosa la rende una specialista? Lei è la madre di due bambini nati con sindrome di Down.

“Il mio obiettivo è normalizzare la percezione della disabilità creando comunità più inclusive che celebrano le abilità invece di concentrarsi sui limiti”, afferma Eliana.

Utilizza i social media per aumentare la consapevolezza della sindrome di Down condividendo contenuti educativi e la storia della propria famiglia. I suoi canali di social media generano discussioni che invitano le persone a riflettere su ciò che è possibile per i bambini a cui una volta è stato detto di avere una disabilità.

“Ogni volta che pubblico un video dei miei figli che raggiungono un nuovo obiettivo, non è vantarsi ma ispirare i genitori a credere nei loro figli e ad aumentare le loro aspettative in modo che insieme possiamo aiutare ad aumentare le aspettative del mondo dei nostri figli.”

Ai genitori che vogliono sensibilizzare su una causa particolare dice: “Racconta la tua storia. Non si tratta di successo personale, si tratta di sentirsi parte di qualcosa di più grande che non può essere raggiunto senza il vostro impegno personale.”

Melanie Mendez-Gonzales, 38 anni.

Sito web: Qué Significa Ciò che

Melanie ha bloggato per diversi anni come un forte sostenitore dell’accesso a un’istruzione di qualità per le minoranze. Il blogger messicano-americano con sede a San Antonio, Texas ha anche lavorato per introdurre più latinos ai nostri parchi nazionali e, perché lei non crescere vedendo qualcuno come lei nei libri o in tv, lei è un sostenitore di vedere più latinos rappresentati nel mondo dello spettacolo.

“Tutte e tre queste cause hanno plasmato chi sono oggi”, dice Melanie.

” Quello che mi piace usare i social media è che non devo reinventare la ruota. Vorrei poter essere ovunque in una volta e poi sedermi e scrivere di tutte le cause che amo, ma non posso. Con i social media, posso amplificare altre voci che stanno già scrivendo di cause importanti, così come la mia.”

A coloro che vogliono combattere pubblicamente per una causa, dice: “Molte persone stanno solo cercando la guida giusta per mostrare loro come agire. Vogliono essere coinvolti, ma forse non vedono dove possono. Scrivi o crea i tuoi contenuti e includi un invito all’azione.”

Melanie sa che spostare le persone a intraprendere azioni reali richiede tempo.

“Abbi pazienza e sii coerente. Ci si sente sempre come una sorpresa quando qualcuno prende un momento per farmi sapere che sono stati coinvolti in un modo o nell’altro a causa di qualcosa che ho scritto o condiviso. Questo mi fa alzare e rifare tutto da capo.”

Per gentile concessione di Lisa Quiñones

Lisa Quinones-Fontanez, 40.

Sito web: Famiglia atipica

Lisa ha un figlio con autismo, che è ciò che l’ha spinta a condividere la sua storia online e diventare un avvocato per i genitori di bambini con autismo.

“Quando a mio figlio, Norrin, è stato diagnosticato l’autismo nel 2008 mi sono sentito così perso. Nessuno dei miei amici aveva un bambino con autismo e non c’era nessuno a cui potessi andare per un consiglio o una guida”, dice Lisa, che è di origine portoricana e che vive nel Bronx, New York.

Ha fatto ricerche approfondite ma non ha ancora trovato il supporto che cercava online.

” Nel 2010, uno dei miei professori laureati ci ha suggerito di iniziare a creare la nostra presenza online. Ho subito capito che volevo scrivere un blog incentrato sulla nostra esperienza con l’autismo.”

Lisa dice che ai latini non piace molto parlare di autismo o di qualsiasi altro tipo di disabilità.

“Sento che condividendo i progressi di Norrin, i nostri momenti e le nostre esperienze genitoriali – il bene così come il non così buono – possono fornire ai nuovi genitori la speranza che è così disperatamente necessaria in quei primi anni.”

Lisa è una scrittrice esperta con un MFA in scrittura creativa, attualmente al lavoro su un libro di memorie. Ma dice che scrivere di una causa è completamente diverso.

” Devi trovare un modo per far sì che le persone si prendano cura – l’unico modo che può accadere è mostrare quanto ti importa. Devi permettere a te stesso di essere un po ‘ vulnerabile e basta scrivere dal cuore.”

Per gentile concessione di Juan Papo Santiago

Juan PaPo Santiago, 40.

Sito web: CapicuCulture

Juan è un ambasciatore di forme di educazione a prezzi accessibili e non tradizionali attraverso le arti, che ha implementato attraverso vetrine culturali negli ultimi nove anni. Il suo focus è sui valori di espressione, tutoraggio, creazione e condivisione di risorse e costruzione di una comunità culturale coinvolta.

“Da giovane, non ho visto molti esempi di latinos e latinas di successo nei media. Non mi è stato insegnato le nostre storie di successo a scuola”, dice Juan, che è portoricano e vive a Brooklyn, New York. “Tuttavia, ero circondato da così tanti amici e parenti talentuosi e brillanti, sentivo che era un peccato assoluto che le nostre storie varie e spesso potenti non facessero parte della conversazione nazionale su chi siamo.”

Una parte sostanziale del suo lavoro riguarda la raccolta di fondi e la costruzione di comunità online per cause locali, tra cui strumenti educativi, iniziative sanitarie e regali per le famiglie nei quartieri meno serviti di New York City. Combatte anche online per una corretta rappresentazione dei media per la popolazione latina nel suo complesso.

A coloro che vogliono che la loro voce sia ascoltata online, dice: “Sappiate dove si riuniscono le comunità online. Inoltre, assicurati di ricercare a fondo la tua causa. Questo include i dettagli e le discussioni su tutte le parti. Ne fanno un’esperienza di team-building che le brave persone possono tirare insieme e impegnarsi per.”

Jeannette Kaplun, 42 anni.

Sito web: Hispana Global

Jeannette è una sostenitrice di diverse cause che la toccano personalmente. Per molti anni ha sostenuto attivamente Shot @ Life, la Fondazione delle Nazioni Unite, St. Jude Children’s Research Hospital, l’American Heart Association, ONE Women and Girls e altre organizzazioni che combattono la fame infantile e la violenza domestica. Si preoccupa anche profondamente di problemi di salute, come il cancro della pelle e la salute mentale.

“Aiutare gli altri mi rende felice, quindi uso la mia voce per sensibilizzare o guidare donazioni alle cause a cui tengo”, dice Jeannette, nata in Texas da genitori cileni e che vive a Miami, in Florida. “Sono incredibilmente grato per la vita che sono in grado di vivere, e credo che restituire sia un modo per dimostrare la mia gratitudine. Come una mamma si pone anche un buon esempio per i miei figli. Facciamo volontariato come famiglia per diverse cause, quindi coprire il bene sociale sul mio blog è solo una naturale estensione di chi sono e in cosa credo.”

La sua causa più amata è Blogust, che ha sbloccato migliaia di vaccini per i bambini bisognosi tramite [email protected], il Programma alimentare Mondiale e St. Jude.

” Molte associazioni di beneficenza non hanno un budget di marketing, quindi darò loro idee per far conoscere le cose meravigliose che stanno facendo.”

A coloro che vogliono diffondere la parola sulla loro causa, Jeannette dice: “Se vuoi aumentare la consapevolezza su una causa, concentrati su ciò che puoi fare invece di ciò che non puoi fare. Forse non puoi donare un milione di dollari, ma puoi usare la tua voce per aiutare quella causa. Oppure puoi donare il tuo tempo come volontario o consulente. Qualsiasi cosa tu faccia aiuta. E ‘ meglio che essere solo uno spettatore.”

Per gentile concessione di Cristina Ramirez

Cristina Ramirez, 43.

Website: TriathlonMami

Cristina è un forte sostenitore di uno stile di vita sano e attivo per prevenire e curare le malattie. Quando ha avuto i suoi due figli, non era nella migliore forma della sua vita. Ma nel tentativo di migliorare la sua salute, ha iniziato a praticare sport e ora blog sul suo viaggio sul suo sito web.

“Quando ho iniziato a scrivere del mio viaggio verso la salute su TriathlonMami, ho avuto la sensazione che non si trattasse di me. Ho avuto il mio viaggio personale ma ha continuato a scontrarmi con altri: sicurezza in bicicletta, raccolta fondi, salute dell’infanzia”, dice Cristina, residente a Miami, nata in Brasile da genitori cubani. “Mi sento come se fossi cresciuto con il mio blog.”Sebbene sostenga anche uno stile di vita sano nella comunità in cui vive, i social media l’hanno aiutata ad amplificare il suo messaggio.

“Non sarei in grado di fare la metà delle cose che ho fatto senza i social media. Ad esempio, in un recente progetto con un club gestito per bambini senzatetto in alloggi di transizione, mi sono reso conto che i bambini non avevano alcun abbigliamento dri – fit (tanto necessario a Miami). Avevano scarpe vecchie e talvolta non bevevano acqua perché non avevano bottiglie d’acqua e non c’erano fontane d’acqua dove ci allenavamo. Ho chiesto sui social media per le donazioni in natura e in un millisecondo ho avuto tutto il necessario per vestire 20 bambini dalla testa ai piedi tra cui bottiglie d’acqua, cappelli, asciugamani, e scarpe nuove. Una volta che hanno vestito la parte, hanno cominciato a credere che fossero davvero corridori. Era il primo passo.”

A coloro che vogliono condividere la loro causa su Internet, dice: “L’unico modo per far conoscere la tua causa è parlarne. Devi essere appassionato e integrarlo in tutto quello che fai. Mostra alla gente cosa fare per aiutare a risolverlo. Il cambiamento climatico è la vostra passione? Insegna loro come risparmiare energia. Sicurezza delle armi? Orientarli a strumenti e organizzazioni. Non basta dire alla gente ‘abbiamo questo problema,’ ma insegnare loro come possono essere una parte della sua soluzione.”

Per gentile concessione di Migdalia Rivera

Migdalia Rivera, 43.

Sito web: Latina In missione

Come mamma single, la causa principale di Migdalia sta sollevando le madri single. Lei invita i lettori a esaminare il loro pregiudizio contro le madri single e di “Adottare una mamma single.”

Spesso stigmatizzate sul lavoro, nelle loro comunità e persino nelle loro famiglie, le madri single latine affrontano battaglie che possono rendere difficile per loro prendersi cura dei loro figli, dice Migdalia, che è portoricana e vive a Manhattan, a New York City. Quello stigma verso le mamme single di Latina ha portato Migdalia alle sue altre cause: accesso al cibo e istruzione, perché tutte le mamme vogliono essere in grado di fornire il meglio per i loro figli, ma loroportare quel peso da solo.

Migdalia è grato per i social media per molte ragioni.

“I social media mi hanno permesso di alzare la voce e condividere le mie passioni sulla maternità single, sul cibo e sull’educazione. Mi ha anche aiutato a collaborare con altre mamme, organizzazioni e marchi che supportano le mie opinioni, come MomsRising.org, GoRedPorTuCorazon.org e altri! Alzando la mia voce in tweetchats ,come # FoodFri, # EarlyEdChat e # SaludTues e banding con gli altri, sono in grado di mostrare agli altri ciò che le mamme single, come me, si preoccupano. Questo crea cambiamento per noi e per i nostri figli! Una mamma è davvero potente e sui social media che il potere può essere amplificato dieci volte!”

A coloro che vogliono aumentare la consapevolezza intorno a una causa, non importa quale sia, Migdalia dice: “Parla e parla! Non lasciare mai che la tua voce sia messa a tacere perché non sai mai chi potrebbe essere in ascolto online. Può sembrare spaventoso mettersi là fuori, specialmente quando le tue idee o cause non sono le più popolari – come rimuovere la soda dai pasti per bambini. La mia voce, le nostre voci, sono importanti e possono e fanno sì che i poteri che sono prendano nota. Caso in questione: le bibite sono state rimosse dai pasti per bambini in vari ristoranti fast food. Quindi usa quella voce, per te, per i tuoi figli e per la tua comunità.”

HBO Latino Red Carpet Yandel Evento
Michael Loccisano / Getty Images

George Torres, 44.

Sito web: Sofrito per la tua anima

Sito di punta di George Torres, SofritoForYourSoul.com (fondata nel 1997 sulla piattaforma Yahoo / Geocities) è la rivista online più longeva che promuove l’evoluzione della cultura latina negli Stati Uniti. La sua missione è condividere lo spirito del nostro patrimonio attraverso l’arte, la moda, la musica, la danza, le tradizioni e le tendenze emergenti. Si sforza di offrire ai latinos la possibilità di riconnettersi con il loro patrimonio e mostrare la cultura latina al resto del mondo.

“In quest’anno, siamo nel bel mezzo di un invito aperto a presentare proposte per raggiungere le nostre comunità e trovare #EmergingVoices che affronteranno direttamente le diverse sfide che affrontiamo giorno per giorno”, dice George, portoricano e vive a Brooklyn, a New York City. “Queste sfide includono l’uguaglianza dell’istruzione, il razzismo, i diritti dei lavoratori immigrati, l’avanzamento di carriera, la mancanza di storia latina nelle nostre scuole, la brutalità della polizia, la partecipazione al processo politico e la diversità nella letteratura e nei media. Qualunque sia la comunità vuole affrontare, vogliamo facilitare la nostra piattaforma per dare loro una voce.”

Al fine di aiutare ad amplificare le voci di tante cause appartenenti alla comunità latina, George e il suo team utilizzano i social media.

“Attraverso i nostri canali sociali collettivi siamo stati in grado di difendere cause come la lotta contro il diabete, aiutando nella portata sociale per la parata nazionale del Giorno portoricano e creando conversazioni sulla crisi ambientale a Caño Martín Peña a Puerto Rico.”

Per aumentare la consapevolezza su una causa, ti raccomanda di “sognare in grande e muoverti nel tuo scopo con intenzione. Comprendere e abbracciare il potere della collaborazione e coltivare la comunità.”

Segui NBC News Latino su Facebook, Twitter e Instagram.